San Marino, riaperto il caso della morte di Luciano Perfetto
PDF Stampa
Lunedì 02 Giugno 2014

SAN MARINO - Sui media locali, sul quotidiano L’Informazione, in particolare, è apparsa la notizia della riapertura del caso della morte di Luciano Perfetto, 46enne pugliese, vittima nel 2010 di un incidente sul lavoro a San Marino, nel piazzale della ditta Trama sa.

Nella vicenda giudiziaria il drammatico episodio - Perfetto fu colpito mortalmente al torace dal pesante materiale che stava scaricando per la rottura di una reggetta di acciaio - si è infatti sovrapposto con l’inchiesta denominata “Animal House” della DDA, la Direzione Distrettuale Antimafia di Lecce, nella quale Perfetto era coinvolto, in merito ad un vasto giro di droga nell’area pugliese.

Questa sovrapposizione si è ripercossa sull’iter del processo sammarinese per la morte bianca, ma oggi, a quanto si apprende da L’Informazione, il fascicolo è stato riassegnato, al

Commissario della legge Antonella Volpinari, e si procederà per l’individuazione di eventuali responsabilità nel mancato rispetto delle misure di sicurezza sul lavoro.