L’ultimo saluto a Gerardo Filiberto Dasi
Stampa
Giovedì 16 Ottobre 2014

 

RIMINI - Nel giorno delle esequie di Gerardo Filiberto Dasi arrivano messaggi di cordoglio da tutto il mondo. Al dolore della famiglia e del Centro Pio Manzù si è unito anche il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che, tramite il segretario generale della Presidenza della Repubblica, Donato Marra ha voluto inviare a Dasi il seguente messaggio "IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA HA APPRESO CON DOLORE DELLA SCOMPARSA DI GERARDO FILIBERTO DASI, FONDATORE E ANIMATORE PER OLTRE QUARANT'ANNI DEL CENTRO PIO MANZÙ, AL QUALE LO LEGAVANO SENTIMENTI DI STIMA ED AMICIZIA. PERSONALITÀ DI VASTA CULTURA, DASI HA CONTRIBUITO COME POCHI ALTRI A STIMOLARE LA RIFLESSIONE SUI GRANDI TEMI ECONOMICI E SCIENTIFICI DI RILEVANZA INTERNAZIONALE, PROMUOVENDO UNA VASTA ATTIVITÀ DI RICERCA CHE HA COINVOLTO OGNI ANNO STUDIOSI DI DIVERSE DISCIPLINE E ORIENTAMENTI, ALL'INSEGNA DEL DIALOGO E DEL CONFRONTO. AI FAMILIARI E A QUANTI HANNO CONDIVISO CON LUI ANNI DI IMPEGNO CIVILE E CULTURALE, IL PRESIDENTE NAPOLITANO ESPRIME LE SUE PIÙ SENTITE CONDOGLIANZE".

Dall'Onu L'Alto Rappresentante dell'Alleanza delle Civiltà delle Nazioni Unite, Nassir Abdulaziz Al-Nasser, amico fraterno di Dasi, ha scritto: "Sono rimasto profondamente rattristato di apprendere della morte del professor Gerardo Filiberto Dasi. I miei pensieri e le mie preghiere sono con tutta la famiglia in questo difficile e triste momento. Ho conosciuto il Vostro benamato, quale persona unica nel suo genere, un uomo cordiale, premuroso e di una reputazione sovrastante tra tutti coloro che sono venuti in contatto con lui. Era altamente dedicato alla causa della pace e della riconciliazione internazionale e ha dedicato il suo tempo, la sua energia e la sua forza a questa grande causa. I valori del Centro Internazionale di Ricerche Pio Manzù da lui fondato, hanno contribuito a creare un ponte di dialogo culturale tra il mondo arabo e l'Europa e una rinascita nel rapporto tra le due civiltà. L'attenzione del Centro per la comprensione e la tolleranza internazionale è stata di grande incoraggiamento per l'Alleanza delle Civiltà delle Nazioni Unite. È questo il legame che ci ha portati insieme. Il professor Dasi ha sempre sostenuto la collaborazione che trascende i confini. Ci mancherà lui e il suo lavoro in questo tumultuoso mondo".