Reggio Emilia: il Nas sequestra 9 tonnellate di carne e salumi
PDF Stampa
Mercoledì 10 Novembre 2010

Il Nas ha sequestrato "nove tonnellate di prosciutti, fiocchetti ed altri prodotti a base di carne all'interno di un ingrosso della provincia di Reggio Emilia nonostante le loro caratteristiche fisiche e microbiologiche li rendessero assolutamente inadatti al consumo umano per il cattivo stato di conservazione, perché in buona parte invasi dall'acaro "ruffino, disidratati, con la porzione grassa recante evidenti segni di irrancidimento e per il cattivo odore che emanavano per lo "stato di alterazione dovuto alla inadeguata salatura". Nel corso dell'ispezione effettuata con personale veterinario della Usl di Reggio Emilia, i militari hanno accertato inoltre che circa 2 tonnellate di salumi erano scaduti da tempo. Il sospetto è che le carni, alcune delle quali sottovuoto, "fossero in procinto di essere distribuita per il consumo umano, magari previ 'ritocchi' e 'toelettature' mirate", anche perché i prodotti sequestrati "non sono giacenze di magazzino ma erano stati acquisiti da poche settimane dal fallimento di un'altra ditta del reggiano". Nel giugno 2010 nella stessa azienda erano state sequestrate oltre 30 tonnellate di prodotti. Il titolare dell'azienda è stato denunciato.