San Marino, evasione Iva con Pesaro: esterovestizione
Stampa
Venerdì 12 Novembre 2010

Esterovestizione a San Marino. È questa l’accusa a carico di tre imprenditori della Provincia di Pesaro, finiti al centro di un’inchiesta della Guardia di Finanza. Con la loro società ritenuta appunto “esterovestita” dalla GdF pesarese, con l’obiettivo di non pagare le tasse in Italia.
Tre le società coinvolte. Una, con sede a Pesaro, svolge attività di call center per la vendita a domicilio di cosmetici naturali e macchinari elettromedicali prodotti o acquistati da una ditta italiana collegata, operativa in provincia di Pesaro. Ogni anno quest'ultima azienda si accollava tutti i costi di produzione e confezionamento della merce in vendita, la metà del totale, in modo da comprimere sensibilmente il proprio reddito. L'altra metà dei prodotti veniva ceduta alla società di San Marino, che per piazzarli si avvaleva del medesimo call center pesarese. Di fatto, due dei tre imprenditori erano anche amministratori della società sammarinese.