San Marino, sequestrato c/c da 1 mln di euro. Usura?
PDF Stampa
Lunedì 29 Novembre 2010

Un milione di euro di provenienza sospetta, depositato in una banca sammarinese. Probabilmente frutto di attività di usura. Le indagini, partite nel 2009 su iniziativa del Commissario della Legge Rita Vannucci al seguito di una rogatoria inviata dalla Procura di Catania chiesta per compiere accertamenti sull’attività di un imprenditore siciliano, hanno portato al sequestro cautelativo del conto corrente.
Oggi l’imprenditore, assistito dall’avvocato Alberto Selva del Foro di San Marino e dell’avvocato catanese Carmelo Calì ne ha chiesto il dissequestro al Giudice per le appellazioni, Lamberto Emiliani. La sentenza sarà pronunciata entro dieci giorni.