Scandalo-Ruby, nuovi elementi: i PM invitano la Minetti a comparire
Stampa
Mercoledì 26 Gennaio 2011

La nuova richiesta di autorizzazione a procedere a perquisizione riguarda sempre gli uffici di Giuseppe Spinelli, che lo stesso Spinelli ha indicato agli investigatori da ritenersi segreteria politica di Silvio Berlusconi. In seguito alle perquisizioni dello scorso 14 gennaio e di ulteriori atti di indagine nell'ambito dell'inchiesta sul caso Ruby «sono emersi nuovi elementi a sostegno della ipotesi che presso gli uffici di Giuseppe Spinelli si trovino atti e documenti relativi alle vicende» ipotizzate dall'accusa, si legge in una nota firmata dal procuratore della repubblica di Milano Edmondo Bruti Liberati. La Giunta per le Autorizzazioni della Camera ha rinviato l'esame della richiesta della procura di Milano sul caso Ruby a domani mattina alle 10. Nel comunicato la Procura precisa che “ha ritenuto pertanto doveroso portare a conoscenza della Camera dei Deputati tali ulteriori elementi, che emergono dall'invito per la presentazione di persona sottoposta ad indagini, notificato a Nicole Minetti”. Oggi, si legge ancora nella nota, «questa Procura ha trasmesso alla Camera dei Deputati copia di tale invito a comparire, quale seguito alla richiesta del 14 gennaio", con cui i Pm milanesi hanno chiesto alla Camera l'autorizzazione a perquisire gli uffici di Segrate di Spinelli. Il consigliere regionale Nicole Minetti, indagata nell'inchiesta sul caso Ruby, ha ricevuto un invito a comparire. Lo si legge in una nota della procura della repubblica di Milano. Nicole Minetti, il cui ufficio e la cui abitazione sono state perquisite lo scorso 14 gennaio, così come gli appartamenti di una decina di ragazze che avrebbero partecipato alle serate ad Arcore con il premier, è indagata per violazione della Legge Merlin e induzione e favoreggiamento della prostituzione minorile, cioè di Ruby, insieme a Emilio Fede, Lele Mora e almeno altre 3 persone. Dagli atti di indagine, inoltre, è emerso che Minetti è intestataria di quattro appartamenti della Dimora Olgettina, dove vivono alcune delle giovani soubrette. Minetti, insieme a Giuseppe Spinelli, il fiduciario di Berlusconi, avrebbe provveduto alle spese delle ragazze e all'organizzazione delle feste.