Ruby-gate: dal faldone spunta il nome di un'altra minorenne
PDF Stampa
Giovedì 27 Gennaio 2011

Ci sarebbe stata un’altra minorenne alle feste di Arcore. Lo sviluppo shock arriva dal nuovo faldone di carte inviato dai pm. Nelle carte trasmesse dalla Procura di Milano alla Giunta per le autorizzazioni della Camera spunta il nome di Iris Berardi. La ragazza è nata nel dicembre 1991. Secondo quanto riporta l’agenzia Ansa, la presenza della ragazza nella residenza di Berlusconi sarebbe stata accertata il 22 novembre 2009. Sempre secondo quanto riportano le agenzie, la ragazza sarebbe una prostituta. In particolare, la presenza di Iris Berardi sarebbe stata registrata il 21 novembre 2009 nella cella telefonica di Porto Rotondo. Il 31 dicembre, sempre 2009, invece era ad Arcore. La notizia in particolare è stata lanciata dal Secolo XIX. Iris Berardi è di origini brasiliane, residenza a Forlì. Iris inizia quindicenne a frequentare le passerelle. A 17 anni si trasferisce a Milano in cerca di fortuna ed entra nel giro delle hostess per le Fiere. Compie i diciotto anni il 28 dicembre 2009. La ragazza, secondo quanto riporta il quotidiano era ad Arcore il 13 dicembre 2010, il giorno dell’aggressione di Berlusconi in piazza Duomo a Milano. A Iris Berardi sono stati sequestrati gioielli vari e una agenda dalla quale risulta che la ragazza avrebbe ricevuto nei mesi di gennaio, febbraio e aprile scorsi circa 40mila euro. La Berardi avrebbe dichiarato agli inquirenti di aver ricevuto collane, bracciali e pendagli vari da Berlusconi. Il Premier nell’agenda è apostrofato come “Papi”. A gennaio 9.580 euro; a febbraio 21.000; ad aprile 7.350.