Convenzione sul riconoscimento delle qualifiche all’insegnamento superiore in Europa
PDF Stampa
Mercoledì 06 Luglio 2011

 

La Repubblica di San Marino ha espresso nella giornata odierna la propria adesione alla “Convenzione sul riconoscimento delle qualifiche relative all’insegnamento superiore nella regione europea”, firmata a Strasburgo dal Rappresentante Permanente presso il Consiglio d’Europa, Ambasciatore Barbara Para, alla presenza del Segretario Generale Aggiunto del Consiglio d’Europa, Maud de Boer Buquicchio. Elaborata a Lisbona nel 1997 sotto gli auspici del Consiglio d’Europa e dell’UNESCO ed entrata in vigore due anni dopo, la Convenzione supera ed unifica le precedenti Convenzioni delle due Organizzazioni nella materia -  alle quali anche il nostro Paese aveva aderito - con la volontà di armonizzare il quadro giuridico europeo facilitando il riconoscimento dei titoli di studio nella regione europea di fronte al sensibile aumento della mobilità accademica. A tale fine la Convenzione prevede che l’esame dei documenti relativi agli studi ed ai diplomi a livello superiore avvenga in termini di equità nelle procedure adottate ed in un tempo ragionevole e chiede alle Parti contraenti di designare le autorità competenti incaricate di prendere le diverse decisioni in materia di riconoscimento in relazione alle indicazioni della Convenzione. L’adesione alla Convenzione di Lisbona costituisce il primo fondamentale passo nella direzione dell’ingresso nel costituendo Spazio Europeo dell’Istruzione Superiore (Processo di Bologna) che ha come obiettivo promuovere la mobilità degli studenti e dei docenti, accrescere l’occupabilità e la competitività a livello internazionale.