Operazione Decollo Money, da Piero Grasso parole d’elogio per San Marino. Ora chi lo dice a Tremonti?
PDF Stampa
Lunedì 01 Agosto 2011

SAN MARINO - A margine dell’operazione Decollo Money – 11 arresti tra San Marino e la Calabria - parole di elogio per la fattiva collaborazione di San Marino con l’autorità italiana sono arrivate da Piero Grasso, Commissario Nazionale Antimafia. Parole che forse qualcuno dovrebbe ripetere nell’orecchio al Ministro dell’Economia Giulio Tremonti, in questo periodo in tutt’altre faccende affaccendato, tra crisi, speculazioni finanziarie e problemi con il trasloco dall’appartamento dell’indagato Milanese.

 

Tornando alle parole di Grasso, l’operazione Decollo Money è importante proprio “Perché inaugura una collaborazione con la Repubblica di San Marino, che si è data leggi ma ora ha manifestato l’intenzione a applicarle. Le normative ci sono, sono gli uomini che devono applicarle. Perché bastava fare una ricerca e si sarebbe saputo che Barbieri era un grosso trafficante di stupefacenti, ma ciò non ha fermato la banca a accettare i suoi soldi proprio perché in un periodo di crisi di liquidità ha portato a fare questa operazione”.

 

Parole sante, che devono suonare come stimolo sul Titano a non fermarsi neppure per un attimo a guardare indietro al passato.

 

LA RICOSTUZIONE DELL'INCHIESTA