Operazione Decollo Money, Sandro Sapignoli ai domiciliari, per Lucio Amati interrogatorio di garanzia
PDF Stampa
Martedì 02 Agosto 2011

SAN MARINO - Non è più ai Cappuccini ma è stata subito accolta la richiesta del suo legale di concedere gli arresti domiciliari. Così Sandro Sapignoli, vicedirettore nonché responsabile della vigilanza antiriciclaggio del Credito Sammarinese, da ieri pomeriggio è a casa, a San Marino. È già stato interrogato dal Commissario della Legge Rita Vannucci ieri mattina e ha dato la sua versione dei fatti per quello che riguarda l’inchiesta Decollo Money, gestita dalla Dda di Catanzaro e l’inchiesta parallela della magistratura sammarinese relativa al deposito di soldi della ‘ndrangheta al CS.

Sapignoli ha ricostruito i fatti e si è difeso ricordando la segnalazione fatta sul deposito di denaro che poi si è scoperto essere frutto di illecito, e tra oggi e domani sarà risentito ancora una volta. Dall’interrogatorio sarebbe emerso che il perno della vicenda, il noto esponente della famiglia Mancuso, Vincenzo Barbieri, ucciso lo scorso 12 marzo a San Calogero, aveva anche un conto al Monte dei Paschi, e questo sarebbe stato considerato un elemento nel gestire la sua posizione all’interno del CS, una piccola garanzia che ha fatto sì che gli venisse aperto un conto corrente.

E a proposito di garanzia, è atteso per oggi anche l’interrogatorio di garanzia di Lucio Amati, fondatore e Presidente del gruppo, attualmente in carcere a Rimini. Mentre il suo avvocato, Alessandro Petrillo, smentisce sui media la voce di un suo possibile trasferimento in carcere a Catanzaro, dove potrebbe essere sentito con più comodità dai magistrati inquirenti, l’occasione per un chiarimento è attesa con ansia dallo stesso Amati. Per il quale, dopo l’interrogatorio, è possibile l’uscita dal carcere per gli arresti domiciliari.

Oggi intanto si è riunito il Congresso di Stato: sul tavolo anche la questione CS, non solo per le possibili ripercussioni sul sistema bancario ma anche per l’incarico diplomatico di Amati (ambasciatore in India).