Il sammarinese Lucio Amati visitato in carcere da Pizzolante e Lombardi (Pdl)
PDF Stampa
Venerdì 02 Settembre 2011

 

Lucio Amati_credito_sammarineseRIMINI - Lucio Amati visitato in carcere a Rimini dall’On. Sergio Pizzolante e dal Consigliere Regionale Marco Lombardi, del Popolo della Libertà. L’incontro con l’ex Presidente del Credito Sammarinese, detenuto da oltre un mese, in attesa del processo, è stata il culmine di una visita su sollecitazione dell’Avv. Alessandro Petrillo, Presidente della Camera Penale di Rimini, volta a rendersi conto personalmente della situazione delle condizioni di vita nel carcere riminese dei Casetti.

Gli esponenti del PDL hanno espresso solidarietà umana ed amicizia a Lucio Amati, “nella speranza che gli siano utili per superare questo difficile momento della sua vita”.

 

LA SITUAZIONE DEL CARCERE DI RIMINI

In una nota, Pizzolante e Lombardi sottolineano come “Anche il carcere di Rimini sconta evidentemente il fatto che la popolazione carceraria sia in grande sovrannumero rispetto alle normali possibilità ed il fenomeno qui è ulteriormente aggravato dalle massicce presenze della stagione estiva”.

“La Dr.ssa Benassi direttrice del carcere riminese, ha avuto modo di illustrare ai due esponenti politici le criticità della situazione carceraria anche riminese che certamente necessita di interventi e razionalizzazioni importanti che tengano conto sia delle condizioni dei detenuti che di quelle degli operatori della polizia penitenziaria”. I due esponenti politici – prosegue la nota - hanno preso atto dei grandi miglioramenti che la struttura e l’organizzazione carceraria ha ottenuto in questi ultimi anni, ed hanno anche avuto modo di complimentarsi con la Dr.ssa Benassi per il percorso di custodia attenuata che con grande professionalità e con grandi risultati in termini di reinserimento sociale sta faticosamente sperimentando.

“La visita inoltre ha permesso di constatare come il personale sia di alto profilo professionale, motivato e consapevole del difficile ruolo a loro assegnato. Infine la direttrice ha esplicitato l’opportunità di ripresentare la richiesta di ampliamento della struttura carceraria tenuto conto del fatto che l’amministrazione è proprietaria del terreno su cui questo ampliamento si dovrebbe attuare”.

L’Avv. Petrillo aveva in precedenza fatto presente la posizione della Camera Penale che fa proprio l’appello del presidente Napolitano in ordine alla necessità di condizioni di vita più dignitose dentro le carceri italiane, e condivide la battaglia per una richiesta di amnistia per i reati minori.

Pizzolante e Lombardi hanno preso atto di quanto è emerso nella visita e nell’incontro assicurando il proprio intervento nelle rispettive sedi istituzionali.