Marco Simoncelli può tornare a casa: lo accompagna papà Paolo. Già eseguita l’autopsia
PDF Stampa
Lunedì 24 Ottobre 2011

SICCORIANO - Sic torna a casa. Dopo il terribile incidente sulla pista di Sepang che è costato la vita al più amato dei giovani piloti, la salma di Marco Simoncelli sarà presto riportata a casa. In nottata sarà imbarcata su un volo Alitalia-Malaysia per il triste ritorno in terra di Romagna. Ad accompagnare Simoncelli nella sua ultima trasferta è il papà, Paolo. Ad attenderlo a Coriano ci sono mamma Rossella e la sorella piccola, Martina. Tutto il Paese, intanto, si è raccolto attorno alla famiglia del campione. Ancora non è stata stabilita la data del funerale.

 

Papà Paolo voleva per Marco l’ultimo gesto di solidarietà, l’espianto degli organi: purtroppo suo figlio è arrivato già in arresto circolatorio all’ospedale e non è stato possibile.

 

L’autopsia è stata già effettuata, e questa celerità ha dato l’opportunità di sbrigare rapidamente le pratiche per il rimpatrio dello sfortunato pilota. L’esito per il momento non è stato reso noto, nel frattempo ci sono già dubbi e qualche polemica sul sistema elettronico delle moto che potrebbe aver se non causato quanto meno reso più imprevedibile la caduta di Simoncelli, travolto prima da Nicky Hayden e poi dall’amico Valentino Rossi. Proprio l’impatto con Rossi ha fatto schizzare via il casco, un’altra tragica fatalità su cui si dovrà riflettere. Contro questo tipo di trauma invece l’airbag nella tuta invece nulla ha potuto per salvare la vita a Simoncelli.