Caro Balduzzi, presto l’accordo? Prima noi a San Marino volere vedere cammello…
PDF Stampa
Giovedì 10 Maggio 2012

cammello

 

di Loris Pironi

 

SAN MARINO - Anche il Ministro per la Salute Renato Balduzzi ha promesso che la firma dell’accordo bilaterale tra Italia e San Marino arriverà presto. Sarà che neanche le rassicurazioni del suo capo, Mario Monti, ci avevano convinto, sarà che dopo anni di attesa e di promesse da marinaio (sentite su sponda italiana tanto quanto su quella sammarinese) siamo entrati ufficialmente in quella fase dell’esistenza che si chiama scetticismo.

Quindi al gentile Ministro Balduzzi diciamo: caro Ministro, noi volere vedere cammello prima di pagare moneta.

Certo, nessuno poi ha ancora sollevato la questione di COSA ci dovrebbe essere scritto su questo accordo. L’ultima volta che si era arrivati vicini (vicinissimi) alla firma ci si era accorti che di fatto il testo parificava San Marino all’Italia, come una qualsiasi Provincia del Belpaese, altro che segreto o riservatezza bancaria tanto per dirne una.

Certo, aggiungiamo ancora, se l’Italia non ha firmato e ancora non firma qualche motivo per questa ghandiana resistenza passiva forse deve essere rimasto da qualche parte, qualche scheletrino in qualche armadio che nessuno vuol tirare fuori.

Ma Balduzzi ha promesso che la firma presto ci sarà, dunque questo deve bastare a riempire le pagine dei giornali e, prima ancora, le bocche dei politici. Se va bene a voi...

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online