Marco Bianchini, fine dei domiciliari per l'ex patron di Karnak. Ora dirà la sua verità?
PDF Stampa
Venerdì 18 Maggio 2012

SAN MARINO - L’ex patron di Karnak e del gruppo Bi/Holding Marco Bianchini è tornato in libertà, unico vincolo: l’obbligo di dimora, a Pesaro. Questo lunedì infatti il Gip Fiorella Casadei, malgrado il parere negativo della Procura, ha deciso per la revoca degli arresti domiciliari.

Ricordiamo che Bianchini in gennaio venne arrestato nell’inchiesta Criminal Minds, condotta dalla GdF di Rimini e da allora ha trascorso circa tre mesi in carcere (ai Cappuccini di San Marino prima, ai Casetti poi) e il resto ai domiciliari, sempre naturalmente in attesa del processo.

Bianchini ha sempre sostenuto di essere estraneo alle accuse di corruzione che, per inciso, riguardano la già liquidata finanziaria Fingestus e non il gruppo di cui fa parte Karnak e non è escluso che nei prossimi giorni sia previsto qualcosa di simile ad una conferenza stampa per chiarire la sua posizione.