Riunione a porte chiuse sullo sviluppo del Medio Oriente
PDF Stampa
Lunedì 19 Novembre 2012

 

L’ambasciatore di San Marino Michele Chiaruzzi ha incontrato Paolo Lembo, alto diplomatico delle Nazioni Unite e Direttore del Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite in Iraq. L’incontro si è svolto a margine di una riunione a porte chiuse sul Medio Oriente tenutasi a Villa Erba, Cernobbio. Esperti e protagonisti politici, tra i quali il Principe Hassan bin Talal di Giordania, hanno discusso le modalità con cui realizzare un piano di sviluppo inclusivo ed efficiente per l’area mediorientale e per il futuro dell’economia degli stati del Mediterraneo.

L’obiettivo specifico della riunione, coordinata dal Landau Network del Centro Volta, è stato L’individuazione di politiche economiche compatibili con i profondi mutamenti che hanno investito il mondo arabo, conseguenti la guerra in Iraq e le cosiddette ‘Primavere’. Una delle considerazioni strategiche emerse è che queste politiche devono ormai ineludibilmente valorizzare la dimensione sociale. Il welfare
generale non può più essere una concessione dall’alto, ma una condizione di fatto in cui i cittadini, le popolazioni, avvertano un reale benessere per un miglioramento sociale sensibile che abbia ricadute positive anche sull’economia e la vita politica. Paolo Lembo, già Rappresentante ONU in Tagikistan, è stato un mentore di Chiaruzzi dalla sua missione di ricerca in Asia centrale come studente dell’Alma Mater (1998), sostenuta all’epoca anche dalla Segreteria di Stato per gli Affari Esteri di San Marino.