Corrado Passera: “L’aeroporto ‘Federico Fellini’ è uno scalo di interesse nazionale”
PDF Stampa
Martedì 29 Gennaio 2013

 

Il Ministro Corrado Passera ha presentato la “mappa” degli aeroporti ritenuti “importanti” per l’Italia. C’è quello internazionale di Rimini e San Marino? Lo diciamo subito: sì. Ma non nella posizione che forse si auspicava. Ma andiamo con ordine: il ministro delle Infrastrutture e Trasporti ha messo 10 aeroporti nella lista Core Network, quelli cioè che sono considerati di rilevanza strategica a livello Ue in quanto pertinenti a città o nodi primari (Bergamo Orio al Serio, Bologna, Genova, Milano Linate, Milano Malpensa, Napoli, Palermo, Roma Fiumicino, Torino, Venezia). Nel Comprehensive Network, ovvero gli scali che hanno un traffico superiore a un milione di passeggeri all’anno, troviamo Alghero, Bari, Brindisi, Cagliari, Catania, Firenze, Lamezia Terme, Olbia, Pisa, Roma Ciampino, Trapani, Treviso, Verona. Passera poi ha parlato di quattro aeroporti con traffico superiore a 500 mila passeggeri annui e con specifiche caratteristiche territoriali (Ancona, Pescara, Reggio Calabria, Trieste), e due indispensabili per la continuità territoriale (Lampedusa e Pantelleria). Già, e il “Federico Fellini”? Appare nell’elenco degli scali di interesse nazionale, “non facente parte delle reti europee, ma con traffico vicino al milione di passeggeri”. Il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Corrado Passera, ha emanato l'atto di indirizzo per la definizione del Piano nazionale per lo sviluppo aeroportuale. Il provvedimento, atteso da 26 anni, "pone le basi per un riordino organico del settore aeroportuale sotto il profilo infrastrutturale, gestionale e della qualità dei servizi", ha spiegato il ministro.