Fuga di cervelli appello di Napolitano
PDF Stampa
Martedì 22 Settembre 2009

Sono motivo di seria preoccupazione l'insufficienza delle risorse destinate alla ricerca sia dal settore pubblico che dal settore privato, e la persistente incertezza nel riconoscere alla ricerca un ruolo essenziale nella strategia di sviluppo del Paese". E' il monito del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in un messaggio inviato in occasione del convegno 'Insieme per la ricerca', organizzato dai ricercatori del 'Gruppo 2003' dall' ISSNAF (Italian scientist and scholars in North America) e dall'Università Bocconi di Milano.
Napolitano invita a intervenire subito contro la fuga dei cervelli: "E' urgente avviare un'azione conseguente per la effettiva valorizzazione di preziose energie che l'Italia rischia di perdere", scrive. Il capo dello Stato sottolinea nel messaggio ai promotori dell'iniziativa come la ricerca sia "un tema cruciale e di interesse strategico per garantire prospettive di crescita stabile e sostenibile. L'Italia vanta una lunga tradizione scientifica di eccellenza e può contare su istituti universitari e centri di alta formazione che, malgrado le difficoltà finanziare con cui devono confrontarsi, continuano a formare ricercatori di straordinario talento. Sono però motivo di seria preoccupazione l'insufficienza delle risorse destinate alla ricerca sia dal settore pubblico che dal settore privato, e la persistente incertezza nel riconoscere alla ricerca un ruolo essenziale nella strategia di sviluppo del Paese", dice Napolitano.
"Di qui - aggiunge il presidente della Repubblica - le difficoltà che spingono ricercatori validamente formatisi in Italia a proseguire all'estero il loro impegno. E' urgente avviare un'azione conseguente per la effettiva valorizzazione di preziose energie che l'Italia rischia di perdere, e per un deciso proseguimento degli sforzi volti ad affermare criteri di selezione meritocratica nell'assegnazione delle risorse e nuovi criteri nella governance della ricerca. Il mio apprezzamento si rivolge agli scienziati e ricercatori italiani operanti all'estero per la collaborazione che offrono alle istituzioni del nostro Paese, in piena sintonia con i loro colleghi che svolgono qui la propria attività".
 

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online