Assobank e Abs si uniscono
PDF Stampa
Sabato 10 Ottobre 2009

Due associazioni bancarie per dodici istituti di credito e una Repubblica di 30 mila anime sono un po’ troppe. Del resto lo aveva detto anche Biagio Bossone, Presidente di Banca Centrale. Ma presto questa singolare situazione dovrebbe essere superata. Lo ha anticipato Pier Paolo Fabbri, presidente di Abs, l’associazione delle banche “storiche” sammarinesi, che con 8 banche e l’80% della “torta” rappresenta la maggior parte del sistema. Il 20 ottobre l’assemblea dei soci, ovvero i rappresentanti dei dodici istituti, si riunirà per far nascere il nuovo organismo. Ancora della nuova associazione non è dato sapere nulla, di certo però dovrà essere garantito un “peso specifico” maggiore nelle decisioni della nuova associazione a chi porta con sé una dote maggiore.
Non sarà una fusione, assicura Pier Paolo Fabbri, ma “una convergenza di tutti gli istituti bancari sammarinesi in un’unica associazione”.
E poi, a conti fatti, “le problematiche sono le stesse dell’intero sistema, e presentarsi in maniera coordinata e unitaria nei rapporti con le istituzioni, anche del mondo esterno, è assolutamente preferibile”.
Anche perché, vista l’aria che tira ancora nei rapporti con l’Italia, è sicuramente meglio fare fronte comune.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online