San Marino, calcio femminile Serie C: è di nuovo tempo di campionato
PDF Stampa
Venerdì 11 Gennaio 2019

SAN MARINO - Dopo aver centrato l'accesso ai quarti di finale di Coppa Italia, la San Marino Academy è pronta a rituffarsi nel campionato per l'impegno della 10°giornata. Domenica prossima le ragazze di mister Conte riprenderanno il cammino facendo visita all'Imolese; si gioca alle 14:30 allo stadio Galli.

Mancano due turni al termine del girone di andata e le Titane occupano, forti dei loro 20 punti, la piazza d'onore della classifica alle spalle della capolista Perugia, che ieri ha vinto il recupero della gara con il Real Bellante (4-0 il risultato finale) portandosi a tre lunghezze di vantaggio rispetto alle ragazze di Conte. Real Bellante che peraltro, mercoledì 23 gennaio, dovrà recuperare un'altra sfida, quella con la Sassari Torres.

Per le ragazze biancoazzurre la strada che conduce al traguardo finale è ancora lunga e sarà determinante ripartire col piede giusto cercando di conquistare l'intera posta in palio nel derby contro la formazione rossoblù. Incontro che ci viene presentato dalla centrocampista Ilenia Rossi, una delle giocatrici di maggior esperienza fra quelle in forza alla San Marino Academy.

 

Ilenia, iniziamo facendo una rapida considerazione sul passaggio ai quarti di finale di Coppa Italia?


"Siamo molto contente del passaggio del turno perché è un obiettivo che volevamo raggiungere. Ci teniamo ad andare il più avanti possibile in questa competizione. Quella di domenica scorsa a Pontedera è stata una bella partita, combattuta per 120 minuti, e c'è stato bisogno del contributo di tutte per portare a casa il risultato. Ci siamo riuscite e ora ci godiamo questo passo in avanti, anche se la testa è già proiettata al match contro l'Imolese."

 

Che tipo di incontro prevedi contro le rossoblù?


"Mi aspetto una partita combattuta. Per vincere sarà necessaria un'ottima prestazione di squadra: dovremo mettere in campo grinta, determinazione, concentrazione, voglia di vincere. Inoltre dovremo far valere il nostro gioco, e questo non solo domenica ma da qui alla fine della stagione".

 

Un resoconto sulla prima parte dell'anno?

 

"Il bilancio è positivo perché siamo dove ci eravamo prefissate di essere all'inizio, ma la cosa fondamentale sarà andare in crescendo fino al termine della stagione. Abbiamo perso dei punti importanti, cosa che non dovrà accadere da adesso in poi. Ad inizio anno sono arrivate tante giocatrici nuove che si sono subito integrate col resto del gruppo, ed ora siamo un collettivo che ha voglia di lottare, di migliorare, di crescere e di togliersi soddisfazioni".

 

Quali sono le avversarie che ti hanno impressionato di più?

 

"È un girone tosto, combattuto, ci sono diverse squadre che occupano la parte alta della classifica: oltre a noi, il Perugia, il Pontedera, la Jesina ed il Bologna. È un campionato avvincente e ciò che farà la differenza saranno i dettagli".

 

Nel frattempo è stato diramato il calendario relativo ai quarti di finale, alle semifinali e alla finalissima della Coppa Italia di Serie C. Nel prossimo turno, come si ricordava in precedenza, la San Marino Academy affronterà il Perugia ed il sorteggio effettuato ieri a Roma ha stabilito che saranno proprio le Titane ad ospitare la sfida di andata, che si giocherà sabato 23 febbraio alle 15:00. Il ritorno, invece, è previsto per mercoledì 13 marzo allo stesso orario. Gli altri tre confronti in programma sono quello fra Salento Women Soccer e Napoli Femminile, quello tra Permac Vittorio Veneto e Campomorone Lady e quello fra Como 2000 e Riozzese.

Le semifinali, che si disputeranno sabato 30 marzo (andata) e mercoledì 17 aprile (ritorno) – in entrambi i casi alle ore 15:00 – metteranno di fronte le vincenti dei confronti Salento Women Soccer-Napoli Femminile e San Marino Academy e Perugia; nell'altra metà del tabellone, si sfideranno invece le vincenti di Permac Vittorio Veneto-Campomorone e di Como 2000-Riozzese.

La finalissima si disputerà in campo neutro sabato 4 maggio.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online