Cesena, dal 12 ottobre al 16 novembre il “CANTIERE/Ciò che ci rende umani”
PDF Stampa
Mercoledì 09 Ottobre 2019

CESENA - Dal 12 ottobre al 16 novembre a Cesena apre il "CANTIERE/Ciò che ci rende umani" di Teatro Valdoca, per prendersi cura della parola. In programma due incontri - con Antonio Prete ed Emanuele Trevi - ed un laboratorio diretto da Cesare Ronconi.

"CANTIERE / Ciò che ci rende umani": cura della parola come mezzo di conoscenza, cura della parola nella sua vitalità, fino ad arrivare al teatro, dove si fa voce canto e danza.

Conclusa felicemente l'edizione 2018 di "Ciò che ci rende umani", rassegna biennale di filosofia poesia arti teatro, nell'autunno 2019 riprendiamo questa domanda inesauribile attraverso il "CANTIERE /Ciò che ci rende umani", per restare in contatto con la sua comunità di attenti.

In programma, due incontri con Maestri del pensiero e della parola, Antonio Prete (12 ottobre) ed Emanuele Trevi (26 ottobre), nel foyer del Teatro A. Bonci (ore 17.00) e ad un laboratorio, La Bella Scola, diretto da Cesare Ronconi e specialmente dedicato ai giovani della città di Cesena, dal 12 al 16 novembre, con esito finale aperto al pubblico (Palazzo del Ridotto).

Si parte con Antonio Prete, saggista, narratore, poeta e traduttore, tra i massimi esperti dell'opera di Leopardi, Baudelaire e Jabès. Il 12 ottobre con "L'interiorità: conoscenza di sé e riconoscimento dell'altro", avvierà una riflessione sull'interiorità, sulle sue figure, sul suo rapporto con il tempo, con la parola, con il silenzio. Il cammino sarà accompagnato dalla grande poesia di Baudelaire e Leopardi.

Il 26 ottobre sarà la volta di Emanuele Trevi, scrittore e critico letterario, una delle più originali voci della letteratura italiana. "La linfa del linguaggio" è il titolo della conversazione, che - muovendo dal suo libro "Istruzioni per l'uso del lupo" – ragionerà su come si tiene viva la lingua, ovvero come ci si tiene vivi in un viaggio terrestre che pare via via affievolire la nostra capacità di percezione del mondo.

I due incontri sono ad ingresso libero, sino ad esaurimento posti, al termine sarà possibile visitare il Ridotto del Teatro Bonci.

Dal 12 al 16 novembre al Palazzo del Ridotto, invece, con il laboratorio La Bella Scola, Cesare Ronconi e le sue collaboratrici riprendono il cammino della Scuola Nomade di Teatro Valdoca. Le guide sono Cesare Ronconi, direzione del laboratorio, regia e drammaturgia, Lucia Palladino, drammaturgia del corpo, Elena Griggio, guida al canto, con l'intervento di Mariangela Gualtieri, introduzione al verso come lingua di scena, e di Lorella Barlaam, pensare il teatro. Si lavorerà su resa orale del verso poetico, movimento atletico e danzato, canto singolo e corale, riflessione teorica, in una dinamica che attiva la sapienza del corpo e della voce. Il laboratorio è gratuito, su selezione delle candidature pervenute sino al 14 ottobre.

La breve e densa rassegna ha il contributo del Consorzio Romagna Iniziative e fa parte anche del programma di "MAPPE PER IL RITORNO. Progetto di recupero e riutilizzo degli spazi del Ridotto del Teatro A. Bonci", rassegna organizzata dal Comune di Cesena e realizzata in collaborazione con Societas, Enrico Malatesta/Mu, Emilia Romagna Teatro Fondazione, Teatro Valdoca.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online