San Marino nel progetto per il bicentenario della nascita di Anita Garibaldi
PDF Stampa
Giovedì 07 Novembre 2019

SAN MARINO - Il progetto "Una Rosa per Anita" è nato per iniziativa dell'Istituto Tecnico "Garibaldi-Da Vinci" di Cesena, che ha dedicato un ibrido di rosa molto particolare e suggestivo ad Anita Garibaldi, con l'obiettivo di piantarla in tutti i parchi e giardini dedicati ad Anita e allo stesso Garibaldi. Nel 2018 ha aderito al progetto anche San Marino, su iniziativa della Segreteria di Stato per l'Istruzione e la Cultura, che ha permesso la piantumazione della rosa in Piazza Titano vicino al busto di Garibaldi l'8 dicembre di un anno fa. Il progetto, curato dal Museo Renzi di Borghi che ha già pubblicato un volume sul tema, si sta allargando notevolmente e la scorsa estate una delegazione si è recata in Brasile, nello Stato di Santa Catarina, dove in vista del bicentenario della nascita di Anita Garibaldi, previsto nel 2021, sono stati programmati eventi turistici e culturali condivisi, la stampa del volume "Una Rosa per Anita" tradotto in Spagnolo e Portoghese e una concreta collaborazione con l'Università locale, che sta coltivando in vitro la rosa "Anita Garibaldi" e prevede una distribuzione massiccia dei fiori. Oggi il progetto ha modificato il nome in "Due mondi e una rosa per Anita".

Il 6 novembre 2019 presso la sede della Regione Emilia Romagna, i cui rappresentanti hanno manifestato il loro pieno sostegno, alla presenza dei Sindaci, Assessori e rappresentanti dei Comuni interessati, del Segretario di Stato alla Cultura di San Marino Marco Podeschi e del Direttore del Dipartimento Turismo e Cultura Gloria Licini, si è svolta una riunione per fare il punto sul progetto e illustrare la visita di una delegazione brasiliana dal 2 al 12 aprile 2020.

L'iniziativa si inserisce nel progetto più ampio della Trafila garibaldina, che nel 2018 e 2019 ha visto svolgersi diverse iniziative nei Comuni interessati e nella Repubblica di San Marino, che ha dedicato al 170° anniversario dello scampo di Garibaldi le celebrazioni dell'Anniversario dell'inserimento nella Lista Unesco e le Giornate del Patrimonio.

Si tratta di un progetto di ampio respiro, che ha tutte le potenzialità per creare una sinergia culturale, storica, turistica ed enogastronomica tra la Repubblica di San Marino, i Comuni, gli Enti e le Istituzioni del territorio, per valorizzare un episodio storico importantissimo e in particolare il ruolo che la Repubblica ha avuto nella salvezza di Garibaldi.

In seguito all'adesione di San Marino all'Accordo parziale allargato sugli Itinerari Culturali del Consiglio d'Europa nel 2017, questo progetto potrebbe diventare a pieno titolo non solo un'opportunità di scambi culturali e turistici, ma un Itinerario Culturale riconosciuto a tutti gli effetti dal Consiglio d'Europa e che vede San Marino, Patrimonio dell'Umanità, come punto di riferimento per una sinergia territoriale di fondamentale importanza.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online