San Marino, si rinnova il gemellaggio tra Acquaviva e Froges
PDF Stampa
Giovedì 30 Giugno 2011

La vitalità del gemellaggio Acquaviva-Froges. Una storia lunga 27 anni

froges

 

SAN MARINO - Si è appena felicemente conclusa ad Acquaviva la visita del gruppo di amici di Froges, una cittadina nei pressi di Grenoble con la quale il Castello è gemellato da ben 27 anni. I 42 visitatori, accompagnati dal sindaco, dai membri della commissione gemellaggio e dal console di San Marino a Grenoble, hanno apprezzato il ricco programma predisposto per loro dalla Giunta “gemella” di Acquaviva.

Arrivati in mattinata e accolti da un aperitivo di benvenuto, nel pomeriggio di venerdì scorso gli amici di Froges hanno potuto visitare il Museo della Civiltà Contadina a Montecchio, dove hanno anche gustato alcuni prodotti tipici del Consorzio Terra di San Marino, e sono stati successivamente accompagnati in centro storico per una prima piacevole visita.

Da rilevare, oltre alla presenza di alcuni sammarinesi originari e dell’amico Jean-Luis Ogno che sin dall’inizio del gemellaggio non ha mai mancato una visita ad Acquaviva, la partecipazione di molti cittadini di Froges che non erano mai stati prima a San Marino. Era inoltre presente una piccola squadra di giovanissime giocatrici di basket, che nel pomeriggio di sabato, presso la palestra di Acquaviva, hanno potuto divertirsi in un’amichevole con coetanei di San Marino. I ragazzi sammarinesi hanno avuto la meglio, ma la partita è stata gioiosa, divertente e giocata con grande passione da entrambe le squadre.

Dopo il tradizionale incontro di protocollo presso la Casa del Castello, sabato pomeriggio alcuni ospiti di Froges hanno presenziato anche all’iniziativa “Un albero per ogni neonato”, che da alcuni anni vede la Giunta dedicare un nuovo albero a ogni bambino nato nel Castello nell’anno precedente. Con la collaborazione dell’UGRAA, per i 28 bambini nati ad Acquaviva nel 2010 è stato completato l’arredo verde del nuovo parco in Via Forte di Ugolino. La cerimonia d’inaugurazione è stata partecipata e ha rappresentato un importante momento di incontro tra alcune delle tante giovani famiglie presenti nel Castello. In contemporanea, si è inoltre tenuto il tradizionale torneo tra i giocatori di bocce della Cooperativa Montecerreto e un gruppo di bocciatori francesi.

Come consuetudine, il gruppo di Froges ha preso parte alla Festa del Castello, organizzata dalla Società Sportiva Virtus in collaborazione con la Giunta di Castello. In particolare, la Giunta di Froges ha voluto omaggiare gli amici di Acquaviva con la presentazione di una mostra dal titolo “Trait d’union tra Acquaviva, San Marino e il circondario”. Su ben trenta pannelli, l’esposizione ha raccolto le esperienze di numerose famiglie originarie di San Marino e in particolare di Acquaviva, che nei decenni passati emigrarono proprio nell’area di Froges. Le interviste, realizzate dagli amici della giunta francese e da alcuni volontari, sono poi state tradotte in italiano, corredate di immagini e accompagnate anche a una breve storia del gemellaggio.

Nel pomeriggio di domenica il gruppo è stato infine accompagnato a San Leo, per una visita alla manifestazione “Giullari in festival”. Il gruppo è stato accolto con estrema cordialità dall’assessore alla cultura che, partendo dal Patto di Amicizia che lega San Leo ai Castelli di Acquaviva, Chiesanuova e San Marino, ha voluto sottolineare la possibilità di aprire in futuro iniziative comuni anche con gli amici francesi.

Il gruppo di Froges è ripartito lunedì mattina, portandosi a casa un bel bagaglio di emozioni e ricordi, con i migliori auspici per il futuro, affinché il gemellaggio si sviluppi soprattutto attraverso nuove iniziative ricreative, sportive e culturali.

c.s.