La Volvo diventa cinese, operazione da 1,8 miliardi di dollari
PDF Stampa E-mail
Lunedì 29 Marzo 2010

Volvo, lo storico marchio svedese, passa in mano cinese. Il costruttore automobilistico scandinavo, facente parte del gruppo Ford, si appresta a essere acquisito dalla società cinese Zhejiang Geely Holding. La Geely, di proprietà del miliardario Li Shufu, è il più grande produttore di auto del proprio paese. Il gruppo cinese ha siglato a Goteborg l’accordo, dal valore di 1.8 miliardi di euro, pari a circa 1,3 miliardi di euro. I sindacati della Volvo sono in allerta, perché la società cinese ha un fatturato cinque volte inferiore rispetto al marchio che si appresta ad acquisire, e chiedono la massima trasparenza nell’operazione e il mantenimento dei livelli occupazionali. Li Shufu, numero uno della Geely, ha assicurato che il dipartimento ricerca e sviluppo di Volvo resterà in Svezia e che la produzione sarà assicurata dalle fabbriche svedesi e del Belgio, prima di far ricorso a impianti in Cina. Ha dichiarato, inoltre, di aver a disposizione già tutti i finanziamenti necessari alla transazione.