Fixing n. 22: 6 giugno 2014
PDF Stampa
Lunedì 16 Giugno 2014

Fixing 22 2014

 

Sommario:

- Certificazioni “bio”: problemi per San Marino 

- Due settimane e mezzo dentro le imprese: il racconto degli stage aziendali

- Studenti sammarinesi a Milano: il "Fattore giovane" della nuova finanza 

- Antonio Di Meo: il credito documentario, garanzia per le imprese 

- Una nuova visione ambientale. Differenziare anche in azienda 

- Lavorare just in time: una scelta obbligata

- Incentivi e contratti formativi: i chiarimenti dell'ANIS

- Cooperazione economica: i campi di applicazione

- Il miele, le api, i prodotti e la storia della famiglia Giannini

 

 

San Marino Fixing numero 22 solleva un problema delicato che riguarda diverse aziende sammarinesi in merito alla commercializzazione in Italia di prodotti con certificazione "bio". Il Ministero dell'Agricoltura considera infatti il Titano "paese terzo" extra UE. Così, per le aziende, esportare i propri prodotti è difficile e costoso. Sempre su Fixing n. 22, si parla di lavoro: siamo riusciti ad avere i numeri e gli importi del "recupero Spese Produzione Reddito". Per i frontalieri c'è stato una lieta fine. Siamo poi andati nelle aziende che hanno ospitato gli studenti del Liceo Economico Aziendale, impegnati negli stage: foto, parole, riflessioni di un progetto che è stato "promosso". L'11 giugno il seminario organizzato da BSI e Camera di Commercio sul credito documentario, garanzia per le imprese. Antonio Di Meo: "Conoscenza e collaborazione sono la chiave di questa operazione". Parte poi questa settimana la nuova rubrica mensile di Mirkare Manzi di Igiene Ambientale Management: prima puntata, "Una nuova visione ambientale. Differenziare anche in azienda". Nello speciale cultura i quadri di Elisabetta Sirani e il luogo di meditazione e di preghiera a San Marino. Per la formazione, ecco le parole di Leonardo Toffanetti Galletti: "Lavorare just in time: una scelta obbligata". E ancora: il resoconto di una delegazione ANIS all'ILO di Ginevra, un focus sui contenuti dell'Accordo bilaterale appena ratificato.

 

SFOGLIA IL GIORNALE