Estate, alternanza scuola-lavoro: il 16% degli studenti impegnato
PDF Stampa
Martedì 18 Luglio 2017

 

In Italia il 16 per cento dei ragazzi del terzo e del quarto anno delle superiori è impegnato in questi mesi estivi in un progetto di alternanza scuola-lavoro.

E' quanto risulta da un recente sondaggio di Skuola.net, il portale per gli studenti dove trovare materiali per medie e superiori, appunti universitari e le ultime notizie a tema scuola.

"Nonostante le polemiche che si sono generate quando il ministro del lavoro Giuliano Poletti ha proposto che l'alternanza scuola-lavoro si svolgesse d'estate" - dice Daniele Grassucci di Skuola.net intervistato per il GR 24 da Maria Pia Ceci - "non sono pochi gli studenti che finito il tempo sui banchi si dedicano ad un altro tipo di scuola sotto forma di lavoro. Ed è per questo - ha aggiunto Grassucci - che quest'estate capita di trovare giovani volti in alcuni contesti ricettivi e non solo".

Per quanto riguarda invece l'anno scolastico da poco concluso, risulta a Skuola.net che il 95 per cento degli studenti di terza e quarta superiore abbiano partecipato a percorsi di alternanza.

In un caso su 4 però gli studenti non si sono svolti in un'azienda ospitante, ma a scuola, attraverso progetti di gruppo da realizzare in classe (35 per cento di chi non va in alternanza), simulazioni di gruppi di lavoro (14 per cento), conferenze (16 per cento), incontri con esperti (13 per cento).

Si tratta tuttavia di un dato in decisa diminuzione rispetto allo scorso anno, quando sfondava di poco quota 50 per cento . Per gli studenti che invece hanno svolto l'alternanza fuori da scuola, sono solamente il 14 per cento quelli a cui è stato chiesto di svolgere compiti di contorno (fare le fotocopie, portare i caffè, fare le pulizie) e il 12 per cento coloro che raccontano di non aver fatto nulla.