San Marino, manifattura in crescita per attività e lavoratori
PDF Stampa
Giovedì 21 Dicembre 2017

 

di Alessandro Carli

 

Crescono i dipendenti pubblici (in barba alla spending review) ma anche quelli del settore privato. In rialzo inoltre la forza lavoro e il numero di imprese che operano sul territorio. La fotografia scattata dall'Ufficio di Statistica della Repubblica di San Marino (UPECEDS) fa emergere, per il mese di ottobre, dati incoraggianti rispetto a quelli di inizio 2017.

 

PRIVATI: SALGONO IMPRESE E DIPENDENTI

 

Anche nel mese di ottobre le performance del privato sono state soddisfacenti: al 31/10 il totale è cresciuto (5.187) sia rispetto al mese di gennaio (5.127) che a quello di settembre (5.176). Le attività manifatturiere si confermano ancora ai vertici non tanto per numero assoluto (513) – comunque a rialzo sia sui dati di gennaio (496) che su quelli di settembre (508) - quanto per capacità di dare lavoro: a gennaio i dipendenti erano 5.487, a ottobre 5.635.

Lieve contrazione invece per le aziende di "Commercio all'ingrosso e al dettaglio, riparazione di autoveicoli e motocicli" (a gennaio le attività erano 1.120, a ottobre 1.111) ma non per i lavoratori impiegati (il primo mese del 2017 erano 2.598 a ottobre 2.606) mentre per le costruzioni si contraggono i dipendenti (a gennaio erano 854, a ottobre 833) ma crescono lievemente per numero di attività, passate da 387 di inizio anno a 393.

Altro settore importante per attività e lavoratori, quello della "Attività professionali, scientifiche e tecniche", che ha messo a segno un innalzamento sia per quanto riguarda il numero di attività (1.056 a gennaio, 1.098 a ottobre) che per lavoratori, saliti da 1.104 a 1.129.

Andamento rallistico per le attività finanziarie e assicurative: più imprese (da 62 di gennaio sono arrivate a 70 a ottobre) ma meno dipendenti. I 798 lavoratori di gennaio sono diventati 762 a ottobre.

Nei primi 10 mesi dell'anno è stata implementata la forza lavoro complessiva: i 18.472 dipendenti sono diventati 18.818, gli indipendenti invece si sono contratti (1.801-1.791), così come il numero di disoccupati in senso stretto (1.126-1.110). Il totale, da gennaio a ottobre, è passato da 21.650 persone a 21.998.

 

SETTORE PUBBLICO: PIÙ DIPENDENTI


Nonostante la spending review, nei primi dieci mesi del 2017 il numero complessivo di dipendenti del settore pubblico allargato è cresciuto. A gennaio il totale era di 3.699 lavoratori mentre a ottobre è risultato essere di 3.752. E mentre la Pubblica Amministrazione è rimasta sostanzialmente in linea (2.256 impiegati a gennaio, 2.248 a ottobre), l'Istituto per la Sicurezza Sociale ha "assunto" da gennaio 26 dipendenti (a gennaio erano 954, a ottobre 1.020). In calo i lavoratori dell'Azienda di Stato per i Lavori Pubblici (da 295 a 286), nessuna variazione per quelli impiegati nell'Azienda Autonoma per i Servizi (151-152) e per quelli del Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese (8 a gennaio, 8 a ottobre). Tre invece le persone inserite nell'Università degli Studi (il totale è "salito" da 35 a 38).