Indicazione del codice Ateco entro il 30 giugno 2018
PDF Stampa
Lunedì 08 Gennaio 2018

 

In attuazione al disposto normativo di cui all'Art.27 della Legge n.94/2017, l'Ufficio Industria, Artigianato e Commercio notifica quanto deliberato dalla Commissione Commercio nella seduta dell'8 novembre 2017.

"L'articolo 27 dispone che entro il 30 giugno 2018 tutti gli operatori economici in possesso di licenza all'entrata in vigore della Legge n.40/2014 e non cessata, devono comunicare la propria attività prevalente e sussidiaria con l'indicazione dei Codici Ateco di riferimento". Tale adempimento, prosegue l'Ufficio Industria, "potrebbe comportare la necessità, per un operatore economico già esistente e titolare di licenza industriale o di servizi, di modificare la propria tipologia di licenza ovvero richiedere il rilascio di ulteriore licenza, in quanto svolge attività di commercio all'ingrosso o di agenzia e rappresentanza autorizzati nell'oggetto della licenza già esercitata".

Esclusivamente per la fattispecie sopra illustrata, "nel caso in cui l'operatore economico fosse persona giuridica le cui quote o azioni di maggioranza siano intestate a persone fisiche non residenti nel territorio della Repubblica di San Marino" (visto l'articolo 53, comma 3, della Legge n.130/2010 e successive modifiche; in analogia alla delega rilasciata nella seduta del 2 giugno 2011 con riferimento alla dichiarazione di effettiva attività svolta e conseguente trasformazione in licenza commerciale di cui all'art. 43 della Legge numero 129 del 2010 e successive modifiche) e "considerato che l'operatore economico è già presente in territorio", l'Ufficio Industria, Artigianato e Commercio chiede alla Commissione del Commercio di valutare il rilascio di apposita delega affinché l'Ufficio medesimo possa procedere d'ufficio al rilascio di licenza commerciale all'ingrosso in capo all'operatore economico nel caso in cui le quote o azioni di maggioranza della società siano intestate a persone fisiche non residenti nel territorio della Repubblica di San Marino previa verifica dell'idoneità della sede all'esercizio della specifica attività. La Commissione Commercio accorda all'UIAC la delega richiesta nei termini sopra indicati e previa presentazione da parte dell'operatore economico di apposita certificazione attestante la regolarità contributiva e fiscale del medesimo. In presenza di eventuali debiti iscritti a ruolo, manda all'UIAC di verificare che il soggetto abbia sottoscritto con Banca Centrale – Dipartimento Esattoria un piano di dilazione del debito con garanzie oppure abbia già versato almeno il 30% di quanto dovuto, in base ad accordi con Banca Centrale – Dipartimento Esattoria.