Relazioni per migliori condizioni lavorative
PDF Stampa
Venerdì 15 Giugno 2018

IMG-20180606-WA0051

 

di Alessandro Carli

 

Anche quest'anno una delegazione dell'Associazione Nazionale Industria San Marino, assieme a oltre 5.700 delegati (missioni di governo, associazioni datoriali e sindacali) ha partecipato alla 107esima Conferenza ILO di Ginevra, che dal 28 maggio all'8 giugno si è riunita per affrontare i tanti temi legati al mondo del lavoro. "Molti sono gli argomenti che sono stati discussi – raccontano i due rappresentanti dell'ANIS, Marta Bossi e Luca Barberini -. In particolare le questioni più urgenti riguardano il tripartitismo e dialogo sociale, il ruolo della donna, le violenze sul luogo di lavoro ed anche gli orari di lavoro. Le solide relazioni industriali e un efficace dialogo sociale rappresentano un mezzo volto a promuovere migliori condizioni lavorative nonché la giustizia e la pace sociale". Altro tema oggetto di dibattito, la violenza e le molestie sessuali sul luogo del lavoro, una realtà purtroppo ancora troppo presente non solo in Europa ma in tutto il mondo (il caso più celebre, soprattutto per la vasta eco che ha scatenato, è quello di Harvey Weinstein: a ottobre 2017, il New York Times e il New Yorker hanno riportato l'accusa di molestie sessuali, aggressioni sessuali o di violenza sessuale di una dozzina di donne, ndr).

"L'ILO ha deciso di dotarsi di uno strumento ah hoc. Potrebbe trattarsi dell'eventuale adozione di una convenzione o di una raccomandazione per far fronte a questo serio problema. Una volta raggiunto il consenso, tale strumento potrà essere adottato dalla Conferenza internazionale del lavoro".

La questione della donna in molti paesi, diversamente da San Marino, spiegano Bossi e Barberini, "è ancora una problematica significativa: si consideri che le donne, oltre ad essere occupate ad un tasso del 49%, continuano a essere pagate circa il 20% in meno della controparte maschile, anche a parità di mansione".

Altro tema oggetto di discussione è stato quello sugli orari di lavoro. I rappresentati ANIS oltre a seguire i lavori della Assemblea Plenaria hanno partecipato anche alla Commissione per l'Applicazione delle Norme che ha lo scopo di verificare la corretta applicazione delle convenzioni e raccomandazioni da parte degli Stati aderenti e ogni anno si occupa di alcuni casi individuali. Quest'anno il campione era composto da 24 casi.

"Il compito fondamentale dell'ILO – così ancora i rappresentanti ANIS - è quello contribuire al raggiungimento della pace attraverso la giustizia sociale e pertanto è diffuso l'impegno volto a promuovere il ruolo attivo delle parti sociali alla luce degli sviluppi e dei cambiamenti cui è soggetto il mondo del lavoro e il loro impatto sul dialogo sociale a tutti i livelli".

Il ruolo del tripartitismo e del dialogo sociale dovrà essere promosso nell'ambito del Programma di sviluppo sostenibile 2030 dell'ONU e degli obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) corrispondenti.