San Marino, il manifatturiero sempre più “traino” del sistema
PDF Stampa
Giovedì 08 Novembre 2018

Manifattura

 

di Alessandro Carli

 

Meno imprese totali ma crescono quelle del manifatturiero. Nella comparazione annuale (settembre 2017 – settembre 2018) è questo uno dei dati più significativi che emergono dal bollettino di statistica firmato dall'UPECEDS che, come di consuetudine, "fotografa", settore per settore, lo stato di salute della Repubblica. Ci soffermiamo in particolar modo sull'economia reale, quella relativa al numero di aziende e alla Cassa Integrazione Guadagni.

 

VOLA LA MANIFATTURA, CALA IL COMMERCIO

 

Il totale delle imprese presenti e operanti in Repubblica, al 30 settembre 2018, è stato pari a 4.992 unità registrando, rispetto al 30 settembre 2017, un decremento di 91 aziende (-1,8%). Analizzando il trend dell'ultimo anno solare, si è verificato un aumento nel settore manifatturiero (+18 unità pari al +3,6%), mentre il "Commercio" è diminuito (-31 unità pari al -2,8%) così come il settore delle "Attività Professionali, Scientifiche e Tecniche" (-82 unità pari al -7,6%). A settembre 2018 la forma giuridica più diffusa, pari al 53,3% delle imprese, è quella societaria con 2.659 unità. La maggior parte delle imprese sul territorio ha piccole dimensioni, infatti il 94,1% del totale ha meno di 10 addetti e il 52,6% ha un numero di dipendenti pari a 0.

 

CASSA INTEGRAZIONE IN CONTRAZIONE

 

La cassa integrazione guadagni liquidata, nel periodo gennaio giugno 2018, ammonta a 1.732.604 euro, con un totale di 285 aziende che ne hanno fatto ricorso. Rispetto al primo semestre del 2017, si registra quindi un decremento del -28,1% in termini di importo liquidato e del -9,5% di aziende che ne hanno fatto ricorso.

 

TURISMO, LA NOTA DOLENTE: SI RIDUCONO I VISITATORI

 

Nei primi nove mesi del 2018 l'afflusso turistico è stato pari a 1.556.034 visitatori (-4,6% rispetto allo stesso periodo del 2017); analizzando i mesi estivi, rispetto al 2017, il mese di agosto ha registrato una diminuzione (-6,7%), così come i mesi di giugno (-5,9%) e settembre (-5%), mentre il mese di luglio ha registrato un incremento del +1,6% rispetto al 2017. Il considerevole decremento registrato nel mese di febbraio (-43,1%) è da considerarsi anche rispetto al forte maltempo che ha caratterizzato il periodo in esame. Per quanto riguarda il turismo di sosta, da gennaio a settembre 2018 si sono registrati 66.304 arrivi (+8,3% rispetto allo stesso periodo del 2017) per un totale di 131.956 pernottamenti (+15,0%), con una media di 2 notti trascorse per ogni persona arrivata. I turisti che nel 2018 hanno scelto di pernottare a San Marino provengono per l 89,7% dall'Europa, il 5% dall'America, il 4,1% dall'Asia e il restante 1,2% suddiviso tra Africa e Oceania. L'Italia è il paese di provenienza della maggior parte di turisti (56,8% sul totale), seguita da Germania (6,9%), Paesi Bassi (3,9%) e Regno Unito (2,4%). Tra i paesi extra-europei, la maggior parte degli ospiti registrati nelle strutture, alberghiere e non della Repubblica proviene dagli Stati Uniti (2,4%), dalla Cina (1%) e dal Giappone (0,8%).

 

VEICOLI: GIÙ REGISTRAZIONI E IMMATRICOLAZIONI

 

Il totale dei veicoli registrati in Repubblica è di 54.607 (1.140 veicoli in meno nell'ultimo anno) e le immatricolazioni di veicoli, 2.838 nei primi nove mesi del 2018, hanno registrato una diminuzione di 190 unità (-6,3%) rispetto allo stesso periodo del 2017; un decremento imputabile prevalentemente alle automobili, che da gennaio a settembre 2018 hanno raggiunto 2.571 immatricolazioni, 158 in meno rispetto allo stesso periodo del 2017; da segnalare un incremento di immatricolazioni di vetture nuove (+29 vetture) a fronte di una forte diminuzione nelle registrazioni di auto usate(-148). Nel primi nove mesi del 2018, sono diminuite sia le immatricolazioni di mezzi di lavoro e che dei veicoli a due ruote.