L'Alba sul Monte si tinge di rosa
PDF Stampa
Venerdì 05 Giugno 2009

In Riviera la notte è Rosa, San Marino punta tutto sul fascinoso profilo del proprio monte. È stata infatti chiamata l’Alba sul Monte la grande manifestazione che andrà in scena il prossimo 18 luglio: se Rimini e tutta la costa il 4 luglio resteranno svegli a celebrare questo secondo capodanno, il Titano non starà a guardare. L’idea nuova è nel contempo molto semplice: pur mantenendo un piede nella Notte Rosa riminese, San Marino metterà in campo una propria manifestazione estremamente caratterizzata, che verrà promossa assieme al grande pink box riminese ma brillerà assolutamente di vita propria. “È una manifestazione interamente sammarinese – afferma Romeo Morri, Segretario di Stato alla Cultura, che ha tirato fuori dal cilindro questa idea – dalla fase della progettazione alla realizzazione vera e propria, fino ad arrivare ai protagonisti che saliranno sui vari palcoscenici”. A partire dalla ‘star’ di quest’Alba sul Monte, Little Tony, sammarinese da esportazione che da tempo non si giocava in casa. “Unica eccezione – prosegue il Segretario Morri – Raul Casadei, chiamato con la sua orchestra per celebrare gli ottant’anni della celebre canzone San Marino Goodbye”. La manifestazione è stata studiata per coinvolgere tutta San Marino, e infatti ci saranno iniziative in ogni Castello. Il grande finale poi concentrerà tutti quanti entro le mura di Città. “Abbiamo individuato tre fasce di territorio per facilitare gli spostamenti tramite le navette appositamente predisposte – spiega ancora l’ideatore di quest’Alba sul Monte – una prima è concentrata dentro il Castello di Città, dove ci sono gli appuntamenti più importanti, una seconda fascia riguarda l’asse della Superstrada, e quindi da Dogana a Borgo Maggiore, la terza che comprende tutte le altre aree, Chiesanuova, Faetano, Montegiardino e così via. Abbiamo individuato gli aspetti più interessanti per ogni territorio e creato iniziative ad hoc”. Ci sarà la musica, ci sarà naturalmente l’enogastronomia con i ristoranti in prima linea e con tutte le tipicità del Titano, dai vini ai prodotti del Consorzio Terra di San Marino. Ci sarà spazio per gli artisti sammarinesi (i pittori con l’Associazione Noor, i fotoamatori con una mostra dedicata alla Repubblica). All’interno della Galleria Arzilli saranno in mostra le ceramiche dei più grandi maestri sammarinesi, ci sarà spazio anche per gli amanti del grande schermo, con la proiezione di due storiche pellicole, Il Monte, documentario di Sergio Zavoli, e Il principe delle volpi, classicone holliwoodiano girato (anche) a San Marino con Tyrone Power e Orson Welles. Per i più giovani, che hanno voglia di scatenarsi, ci saranno due vere e proprie discoteche all’aperto, in piazzale Kennedy e alla Cava degli Umbri, con i BluesMobile e i lanciatissimi Miodio. “Talvolta - conclude il Segretario al Turismo Fabio Berardi - abbiamo vissuto a traino di altri, altre volte addirittura altri si sono appropriati di nostre iniziative. Stavolta invece, partendo dal fatto che la Notte Rosa si caratterizzava bene per la Riviera e un po’ meno per noi, abbiamo deciso di ‘dirottare’ una parte sostanziale di questo impegno per una manifestazione per i sammarinesi e per i turisti, capace di attrarre molte persone e di mettere in mostra il meglio di San Marino, che non è certo poco”.

Loris Pironi