Si “caricano” i motori per l’Ecorally 2019 del 22 settembre
Stampa
Martedì 09 Luglio 2019

Ecorally 2017 Attesa per il pressostato - Small

 

di Daniele Bartolucci

 

Il 22 settembre gli autoveicoli ecologici si sfideranno lungo le strade della Repubblica del Titano in una competizione di regolarità giunta alla tredicesima edizione, l'Ecorally San Marino – Montegiardino Trofeo Energreen. La gara, di respiro internazionale e nata nel 2006, ha come obiettivo la promozione e lo sviluppo dei veicoli a basso impatto ambientale, per dimostrarne le possibilità di utilizzo nella vita quotidiana. L'edizione 2019 vede in gara mezzi elettrici, ibridi, mono, bifuel e dual fuel gassosi (GPL, GNL e metano), biometano, biocarburanti, idrogeno divisi in quattro gruppi: Gruppo S Classe A – Auto Elettrica e Elettrica ibrida plug-in; Gruppo M Classe B – Auto a Metano, a GPL, a Biocarburanti e Classe C - Auto Ibride non plug-in; Gruppo R Classe D – Auto a Idrogeno e Classe E – Auto a Idrogeno Fuel Cell; Gruppo O Classe F - Moto Elettrica e Classe G - Moto a Metano e GPL. I mezzi per essere ammessi devono essere ufficialmente registrati per la circolazione su strade pubbliche.

Per partecipare non è necessario essere piloti, la gara è aperta a tutti, anche se richiede attenzione e impegno in quanto il percorso da seguire e i tempi da rispettare sono indicati nel Road Book, il navigatore cartaceo utilizzato nelle competizioni di regolarità. Ogni equipaggio è composto da un pilota e un co-pilota o navigatore. Il conducente e il co-pilota possono scambiarsi i ruoli liberamente durante l'evento a condizione che entrambi siano titolari delle patenti di guida e licenze sportive necessarie; il navigatore invece non può alternarsi alla guida e deve aver compiuto il 16° anno di età e assenso scritto di un genitore. Il percorso 2019. In fase di definizione, toccherà alcuni dei Castelli della Repubblica di San Marino e sconfinerà anche in territorio italiano. Il chilometraggio è più limitato rispetto alle precedenti edizioni, decisione motivata dalla necessità di agevolare i veicoli elettrici: autonomia e tempi di ricarica non sarebbero stati compatibili con il consueto tragitto fino alla Città del Vaticano e nemmeno con il Principato di Monaco, traguardo dell'edizione 2016. Ad essere scelta come base per la manifestazione è la località di Montegiardino, uno dei 9 Castelli che compongono le realtà e le amministrazioni locali della Repubblica di San Marino. E' il Castello più piccolo sia come territorio che come densità abitativa ed è stato oggetto negli ultimi anni di un recupero all'insegna dei criteri di sostenibilità ambientale, in tema con la filosofia della manifestazione.

"L'apertura delle iscrizioni", spiega Ennio Morri della San Marino Racing Organization, la società sportiva che organizza l'evento, "è prevista per lunedì 26 agosto, la chiusura mercoledì 16 settembre". I vincitori del 13° Ecorally San Marino Montegiardino concorrono per il Trofeo Energreen, con validità per la Coppa FAMS Energie Alternative e Rinnovabili per Conduttori e Navigatori. I partecipanti all'Ecorally Press - premiati i primi tre classificati - concorrono anche per il Trofeo Nello Rosi, assegnato per speciali meriti legati alla sostenibilità ambientale.