Indennità di trasferta e rimborso spese, confermata l’interpretazione dell’ANIS
Stampa
Giovedì 05 Settembre 2019

trasferte

 

SAN MARINO - Con la delibera n. 19 del 6 giugno 2019 il Comitato Esecutivo ISS ha chiarito il trattamento contributivo delle somme corrisposte a titolo di rimborso spese da effettuarsi in modo del tutto analogo a quello fiscale, confermando l'interpretazione data anche dall'Associazione Nazionale Industria San Marino sin dall'entrata in vigore della Legge 116/2013, art.24.

Saranno, perciò esenti da contributi, e dalla necessità di essere documentati, gli importi fino ad un massimo di euro 25,00 giornalieri per le trasferte in Italia e di euro 50,00 giornalieri per le trasferte all'estero.

"Ricordiamo che i rimborsi spese come già previsto dalla Legge numero 42 del 1955 sono sempre ammessi purché opportunamente documentati se superano gli importi sopra indicati – scrive in una nota l'ANIS -. La disposizione prevede altresì l'abrogazione della precedente delibera n.22 del 1998 con la quale era ammessa la possibilità di pagare i contributi solo sul 30% dell'importo del rimborso spese privo di giustificativi. Si evidenzia che la presente disposizione entrerà in vigore dal 1 settembre 2019".