San Marino, ex CIS: “migrazione” conti entro settembre
Stampa
Venerdì 06 Settembre 2019

sido bonfatti

 

di Daniele Bartolucci

 

Ancora pochi giorni e i correntisti dell'ex Banca CIS verranno contattati dai 3 istituti di credito "cessionari" per ricevere tutte le informazioni sull'utilizzo dei fondi nella loro disponibilità, che nel frattempo la nuova Banca Nazionale Sammarinese dovrà aver attestato.

E' quanto è emerso dall'incontro svoltosi mercoledì 28 agosto a Palazzo Begni, organizzato dal Segretario alle Finanze Eva Guidi, che ha invitato i rappresentanti delle forze di maggioranza ed opposizione, i vertici di BCSM, di Banca Nazionale Sammarinese, oltre a quelli dei 3 istituti di credito "cessionari". In pratica, tutti i protagonisti e interessati dell'operazione salvabanche andata in scena prima di Ferragosto, con i diversi provvedimenti adottati dal Consiglio Grande e Generale e la successiva risoluzione avviata da Banca Centrale, che ha portato alla costituzione della Banca Nazionale Sammarinese e aperto la strada alle successive fasi. Una di queste, tra le più delicate, è quella della "migrazione" dei conti correnti dall'ex CIS alle tre nuove banche, che si sono rese disponibili ad attuare tale operazione. Nella riunione di questa settimana, secondo RTV, "si è fatto un punto della situazione di ciò che è stato fatto e ciò che resta da fare" ed è stata anche "illustrata, da Banca Centrale, una relazione che ha ripercorso tutte le fasi che hanno portato alla situazione odierna; ribadita inoltre l'estrema complessità delle varie attività: in particolare l'analisi e lo "smontaggio" dei depositi". La fase successiva è quella operativa: "Entro la prima decade di settembre, comunque, è stato sottolineato, le banche cessionarie – BAC, BSI e BSM – dovrebbero iniziare a contattare gli oltre 3.000 ex clienti di banca CIS, per ricevere disposizioni circa l'utilizzo dei fondi nella loro disponibilità. In precedenza BNS attesterà, ad ogni singolo cliente, la somma oggetto di migrazione, e sarà disponibile per ogni chiarimento".

Nel frattempo sempre Banca Centrale aveva comunicato che "con provvedimento del 8.8.2019", "ha revocato l'autorizzazione all'esercizio delle attività riservate alla Banca Partner S.p.A. disponendone contestualmente la liquidazione coatta amministrativa, ai sensi e per gli effetti di quanto previsto dagli articoli 10 e del combinato disposto degli articoli 78 e 85 della Legge n. 165/2005". Con lo stesso provvedimento è stato nominato Commissario Liquidatore Prof. Sido Bonfatti (nella foto), mentre i membri del Comitato di Sorveglianza sono: avv. Antonella Annamaria Bonelli, dott.ssa Francesca Mularoni e rag. Massimo Tamagnini.