Coronavirus, il Monte Titano è operativo su tutti i fronti
PDF Stampa
Mercoledì 12 Febbraio 2020

coronavirus

 

di Daniele Bartolucci

 

"Nonostante l'innalzamento del livello di rischio, resta al momento bassa l'ipotesi che il virus possa diffondersi anche a San Marino". Ad annunciarlo è stato l'ISS nei giorni scorsi, dopo che l'Organizzazione Mondiale della Sanità aveva innalzato ad "elevato" il livello di rischio infezione per il nuovo coronavirus cinese (2019-nCoV). "A San Marino", prosegue la nota, "la situazione è costantemente monitorata dal Gruppo di coordinamento per le emergenze sanitarie formato da ISS, Authority Sanitaria e Protezione Civile". Il Gruppo di coordinamento per le emergenze sanitarie - composto dalle Direzioni Sanitarie dell'Istituto per la Sicurezza Sociale, dall'Authority Sanitaria e dalla Protezione Civile e istituto a suo tempo dal Congresso di Stato -, segue infatti "costantemente la situazione e, al fine di evitare l'ingenerarsi di possibili allarmismi, invita la popolazione a fare riferimento solo alle informazioni ufficiali diffuse dall'OMS. Restano al momento valide le informazioni già comunicate in precedenza per prevenire la diffusione dell'infezione, quali l'evitare di recarsi nelle zone dove sono stati accertati focolai epidemici e anche le pratiche di profilassi e di igiene quali il lavaggio regolare delle mani e la copertura della bocca e del naso quando si tossisce e starnutisce". Si ricorda infine che "tra le misure profilattiche rientra anche la vaccinazione antinfluenzale, per la quale sono disponibili scorte di vaccino all'ISS e che è possibile vaccinarsi contattando l'Ufficio vaccinazioni", telefonando al numero 0549 994338 oppure inviando una email all'indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


IL DIPARTIMENTO ESTERI AL LAVORO PER I "RIENTRI"

 

La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri rende nota la possibilità di ricevere il necessario supporto da parte dei funzionari del Dipartimento Affari Esteri ai cittadini sammarinesi che si trovino attualmente in Cina e che stiano riscontrando problematiche relative al rientro in Repubblica dovute alle misure restrittive attuate a causa del nuovo coronavirus (2019-nCoV). Il problema è che "i sammarinesi possono viaggiare liberamente in Cina senza bisogno di visto ed è dunque impossibile avere a disposizione dati certi riguardo al numero e all'identità di eventuali connazionali presenti in territorio cinese. In caso di necessità, si prega dunque di segnalare autonomamente e volontariamente la propria presenza in Cina chiamando il numero 0549 882337 o scrivendo all'indirizzo e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ". Inoltre, "recentemente, inoltre, alcuni Stati hanno modificato le proprie modalità di ingresso e di soggiorno, impendendo ad esempio l'accesso a coloro che abbiano soggiornato o abbiano effettuato un precedente transito in Cina. Per maggiori informazioni e ricevere assistenza sulle modalità di rimpatrio, contattare il Dipartimento Affari Esteri o consultare il sito web della Segreteria di Stato per gli Affari Esteri".