Gli strumenti informatici per l’attività Giudiziaria sammarinese
Stampa
Venerdì 05 Giugno 2020

tNotice

 

di Alessandro Carli

 

Servizio elettronico di recapito certificato tNotice e la firma digitale per i depositi e le notifiche degli atti processuali. Sono queste, in estrema sintesi, le novità introdotte dalla Repubblica di San Marino nell'ambito dell'attività giudiziaria attraverso il Decreto – Legge nr. 85 del 2020.

"Il provvedimento, condiviso con l'Ordine degli Avvocati e Notai e la Magistratura – spiega in una nota la Segreteria di Stato alla Giustizia – nasce dall'esigenza di limitare il più possibile gli spostamenti del personale giudiziario e gli ingressi ed egressi dell'utenza in Tribunale nel periodo di emergenza da Covid – 19, tenuto conto della imminente conclusione del periodo di ferie giudiziarie straordinarie, e si inserisce nell'ambito di un progetto di più ampio respiro promosso dalla scrivente Segreteria di Stato, finalizzato alla realizzazione del vero e proprio processo telematico sammarinese".

 

DEPOSITO ATTI E DOCUMENTI


Gli atti nei procedimenti civili, amministrativi e penali formati dai liberi professionisti e dall'Avvocatura dello Stato (...) "possono essere depositati, previa sottoscrizione con firma elettronica qualificata, presso la cancelleria mediante trasmissione a mezzo del servizio tNotice. Essi sono equiparati, a tutti gli effetti di legge, agli atti formati su supporto analogico depositati in originale presso la cancelleria".

Il cancelliere procede alla estrazione di copia conforme analogica osservando le formalità (di cui all'art. 85 quater del DD 156/2005, come aggiunto dall'art. 4 del DD nr. 9 del 2020) che viene inserita nel fascicolo processuale, di cui è parte integrante. Il cancelliere conserva l'originale secondo le modalità stabilite dal Dirigente dell'UO Informatica, Tecnologia, Dati e Statistica nel rispetto delle vigenti disposizioni normative, e secondo modalità idonee a consentire l'archiviazione separata per ciascun procedimento e rispetto ad altri archivi in uso da parte della PA. La data e l'ora di deposito dell'atto in cancelleria trasmesso tramite invio a mezzo del servizio tNotice sono quelle individuate nella ricevuta di accettazione. I documenti , formati su supporto analogico, possono essere depositati presso la cancelleria tramite il SERC. Il deposito di atti e documenti tramite il SERC si considera effettuato quando entro le ore 24 del giorno di scadenza è generata la ricevuta di accettazione, ove il deposito risulti, anche successivamente, andato a buon fine secondo quanto previsto dalle specifiche tecniche. Qualora il SERC generi un certificato postale forense di mancata consegna per cause non dipendenti dal mittente, il deposito tramite il SERC deve essere ripetuto tempestivamente con il medesimo contenuto allegando la ricevuta di accettazione e il certificato postale forense relativi alla precedente trasmissione. Quando ciò sia ritenuto necessario ai fini del giudizio, il giudice può ordinare o autorizzare che siano depositati in cartaceo gli atti e i documenti in possesso dell'avvocato su supporto analogico, già trasmessi in cancelleria tramite il servizio tNotice. Ai fini del deposito degli atti con il servizio tNotice (e nel rispetto di quanto previsto dall'art.51 dello statuto dell'ordine degli avvocati e notai di cui al Decreto nr. 56 del 1995), gli atti formati congiuntamente dall'avvocato forense e dall'avvocato sammarinese domiciliatario sono sottoscritti da entrambi con firma elettronica qualificata.

 

NOTIFICA ATTI GIUDIZIARI

 

Le notifiche degli atti giudiziari possono essere eseguite mediante il servizio tNotice, con il medesimo effetto delle notifiche a mano o a mezzo posta raccomandata con ricevuta di ritorno, ed in tal caso si applicano le disposizioni vigenti sulla compiuta giacenza. Tale modalità può essere adottata esclusivamente quando i destinatari sono liberi professionisti, l'Avvocatura dello Stato e l'Amministrazione. Resta salva la facoltà del giudice di disporre per comprovati motivi che l'atto sia notificato a mano o in altra forma consentita dalla legge.

 

LE SPECIFICHE TECNICHE

 

Gli atti e i documenti prodotti in forma di documento elettronico possono essere depositati in cancelleria o notificati esclusivamente nel formato indicato per la conservazione (PDF – PDF A). Sono consentiti depositi e notifiche frazionati inserendo nella prima raccomandata elettronica un file con l'indice di tutti gli atti e documenti e facendo solo riferimento ad essa nei successivi invii. È, altresì, consentito che, con l'invio di un'unica raccomandata elettronica, siano depositati in cancelleria o notificati al medesimo destinatario più atti e documenti riguardanti distinti procedimenti civili, amministrativi e penali.