Il 5 gennaio 2021 entra in vigore l’obbligo di notifica al Database “SCIP” di ECHA
PDF Stampa
Giovedì 07 Gennaio 2021

archivio 

 

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea (GUUE L379 del 13/11/2020) il Regolamento 2020/1677 che introduce delle modifiche al Regolamento 2017/542 (allegato VIII del CLP) per tener conto delle preoccupazioni espresse da diversi comparti del settore sulla praticabilità delle prescrizioni di informazione in materia di risposta di emergenza sanitaria in determinati casi. Le principali novità riguardano: l'inclusione del concetto di "gruppo di componenti intercambiabili" (ICG) che consente di raggruppare i componenti di una miscela, che sono simili dal punto di vista tossicologico, all'interno di un gruppo di componenti intercambiabili e di fornire informazioni sulla concentrazione totale di tali componenti nella miscela, senza dover specificare separatamente la concentrazione di ciascun componente; la deroga per le pitture personalizzate formulate presso il punto vendita mediante colorazione o miscelazione di colori; la definizione di formule standard da notificare per i settori del gesso, del calcestruzzo preconfezionato e del cemento; la trasmissione delle informazioni ridotta per i carburanti.

L'Allegato VIII del Regolamento CLP è sostituito dal Secondo Emendamento a decorrere dal 14 novembre 2020.

A partire dal 5 gennaio 2021 entra in vigore l'obbligo di notifica al Database SCIP di ECHA per gli articoli contenenti sostanze estremamente problematiche (SVHC) in concentrazione superiore allo 0,1% p/p. Le informazioni contenute nel Database SCIP saranno messe a disposizione del pubblico, in particolare dei gestori di rifiuti, con l'obiettivo di colmare le attuali lacune nel flusso delle informazioni, e dei consumatori.

Dovranno essere trasmesse all'ECHA le informazioni sugli articoli prodotti, assemblati, importati o distribuiti in UE contenenti sostanze estremamente preoccupanti (presente in Candidate list del REACH) in concentrazione superiore allo 0,1% p/p.

ECHA ha aggiornato i suoi strumenti informatici e la sezione web dedicata al recesso del Regno Unito dall'Unione Europea comprese le domande e risposte con i consigli per le aziende. Il periodo di transizione della Brexit terminerà il 31 dicembre 2020 e il protocollo sull'Irlanda e l'Irlanda del Nord inizierà ad applicarsi dal 1° gennaio 2021.

www.centroreach.it