Ecosostenibilità : virtù o necessità ?
PDF Stampa
Venerdì 02 Ottobre 2009

Tra le principali finalità di Ecomercatale, alla sua seconda edizione dopo l’incoraggiante accoglienza dell’anno scorso, è la diffusione di saperi e conoscenze sui temi dello sviluppo sostenibile. La manifestazione quest’anno ha presentato un programma molto ricco di iniziative, grazie alla partecipazione dei tanti soggetti del nostro territorio che hanno voluto contribuire alla sua riuscita. ANIS e USOT, in particolare, sono i principali promotori del work-shop con il quale, mercoledì 23 ha preso avvio Ecomercatale 2009: un convegno rivolto ad un ampia fascia di pubblico, onde far crescere la cultura della sostenibilità e favorire la nascita di progetti e buone pratiche che vadano in questa direzione. Molto apprezzato l’intervento del Segretario di Stato all’Industria e Attività Produttive, Marco Arzilli, che non si è limitato a un saluto di circostanza ma che ha usato parole importanti, sottolineando la volontà dell’intero Governo a impegnarsi concretamente per un sistema economico più sostenibile, ricordando la recente attuazione dei decreti attuativi per favorire la diffusione delle energia da fonti rinnovabili e l’efficienza energetica e prospettando una prossima adesione della Repubblica di San Marino al Protocollo di Kyoto. Arzilli ha anche incoraggiato il Coordinamento per l’Agenda 21 Locale a San Marino, organizzatore insieme a Camera di Commercio e al Castello di Borgo Maggiore della manifestazione Ecomercatale, a proseguire nel lavoro fin qui svolto. Il convegno è entrato quindi nel vivo con gli interventi, nella prima parte della mattinata, dei “saperi esperti”: personalità di spicco che hanno illustrato lo stato dell’arte di quei temi dello sviluppo sostenibile dove sono state avviate alcune iniziative nel nostro territorio. Sono intervenuti: Luca Lombroso, meteorologo all’Osservatorio geofisico dell’Università di Modena e Reggio Emilia e noto al grande pubblico per la sua partecipazione alla trasmissione “Chetempochefa” condotta da Fabio Fazio su Rai 3, sul tema “La ricerca della sostenibilità: problematiche ed opportunità per le future generazioni”; Eriuccio Nora, direttore del Coordinamento Agende 21 locali italiane, associazione di oltre 500 enti impegnati nell’attuazione del-l’Agenda 21 e di politiche sostenibili nei rispettivi territori, che ha con grande perizia e capacità di sintesi spiegato l’importanza degli indicatori di sostenibilità; Giuseppe Mastropieri, coordinatore del-l’Area Fonti Rinnovabili di NE Nomisma Energia e analista di progetti d’investimento in infrastrutture energetiche, sulla transizione vero un’economia a basse emissioni di CO2; Ute Stoltenberg, direttore dell’Istituto di Comunicazione Ambientale dell’Università di Lüneburg, sull’educazione allo sviluppo sostenibile. Sono state quindi presentate le prime iniziative ed esperienze avviate nel nostro territorio sui temi della sostenibilità: Michele Piano, del Centro Studi Domotica dell’ANIS, ha proposto il tema della sostenibilità quale volano per lo sviluppo dell’industria sammarinese; Samuele Forcellini, Gruppo Lavoro Agenda 21 San Marino, ha illustrato i primi dati sull’efficienza energetica di alcuni edifici raccolti dal nascente Osservatorio della Sostenibilità; Giovanni Sebastiano Barozzi, Autorità per i Servizi Pubblici e l’Energia, ha presentato la legge sull’efficienza energetica e le opportunità che ne derivano dai relativi decreti attuativi; Loredana Capicchioni, insegnante al Liceo Economico, ha presentato i progetti interdisciplinari di educazione allo sviluppo sostenibile nella Scuola Secondaria Superiore Sammarinese. Gli interventi e i materiali del convegno sono disponibili sul sito www.associazioni.sm/a21.html.

Antonio Kaulard - Coordinamento per Agenda 21 a San Marino