Kennedy e Brunetta al San Marino Forum
PDF Stampa
Venerdì 16 Ottobre 2009

L’ultimo incontro dell’Advisory Board, martedì a Roma, è servito a plasmare il programma della terza edizione del San Marino Forum, in programma il 20 e 21 novembre al Centro Congressi Kursaal. E se il programma è ancora in bozza, spiccano i nomi dei protagonisti annunciati a questa terza edizione dell’appuntamento voluto e promosso dalla Fondazione San Marino Cassa di Risparmio – SUMS, dall’Ente Cassa di Faetano e dall’Associazione Nazionale dell’Industria Sammarinese, con la collaborazione di The European House – Ambrosetti. Tra i nomi di maggior spicco ci sono infatti il Ministro per l’Innovazione Renato Brunetta, l’economista Giacomo Vaciago, Carlos Braga di Banca Mondiale e l’ultimo esponente della dinastia Kennedy, Kathleen Kennedy Townsend, docente alla Georgetown University e già vicegovernatrice dello stato del Maryland, Usa.
La bozza di programma prevede l’inizio dei lavori nella giornata di venerdì 20 novembre. Dopo le considerazioni introduttive, e l’intervento generale di Valerio De Molli, Managing partner Ambrosetti, i primi focus verteranno come da tradizione su argomenti a carattere generale, lo scenario dell’economia mondiale e il ruolo dei Piccoli Stati. Quindi la seconda parte del pomeriggio si concentrerà sulle possibili linee di sviluppo per la Repubblica di San Marino. Per la parte sammarinese sono previsti gli interventi dei Segretari di Stato Marco Arzilli, Valeria Ciavatta e Gabriele Gatti, oltre a Biagio Bossone, Presidente di Banca Centrale.
Il giorno successivo invece parleranno gli altri ospiti più attesi, Kathleen Kennedy, Renato Brunetta, ma anche l’avvocato Giulia Bongiorno e altri ancora, mentre per San Marino parleranno i Segretari Fabio Berardi e Antonella Mularoni, oltre agli interventi degli Enti promotori. Tra gli argomenti invece, il clou sarà l’incontro conclusivo sulle opportunità e sulle sfide che caratterizzano il futuro dei rapporti tra Italia e San Marino, e non mancheranno naturalmente le proposte conclusive dell’Advisory Board del Forum.