San Marino Fixing, editoriale: il motore delle nostre vite
PDF Stampa
Venerdì 07 Marzo 2014

 

di Loris Pironi

 

Per una volta concedeteci un po’ di sana retorica. Un po’ di quella enfasi che di solito, questionando di economia, difficilmente possiamo permetterci in questi tempi così difficili. Concedeteci l’entusiasmo di poter incensare - con sincera ammirazione e autentica devozione - il vero motore delle nostre esistenze. Perché l’8 marzo non è il giorno delle mimose, ma è il giorno in cui si celebra il grande valore delle donne all’interno della nostra società.

Non è un caso che la storia - fumosa e un po’ confusa per la verità - faccia scaturire questo giorno di celebrazione femminile da un episodio drammatico di vita vissuta dalle donne lavoratrici. Non è un caso perché l’importanza del genere femminile non soltanto nelle nostre case ma anche nelle nostre fabbriche, nei nostri uffici, nei palazzi dove si amministra e si indirizza la cosa pubblica, la presenza delle donne è foriera di un approccio diverso, di una crescita persino. Non so se le donne siano migliori degli uomini, di sicuro li migliorano. E migliorano l’ambiente in cui si trovano. Ecco perché, al di là della retorica delle quote rosa, che non vediamo l’ora di poter finalmente derubricare ad inutile anacronismo, fa un po’ di effetto vedere qui, a San Marino, un Governo completamente privato di presenza femminile. Certo, le cose potrebbero cambiare adesso in virtù delle dimissioni alla Segreteria al Territorio, ma per ora è la loro assenza che deve far riflettere. Anche perché, al di fuori dei palazzi del potere, le donne sammarinesi si distinguono nei ruoli chiave delle imprese e della pubblica amministrazione, per l’impegno sociale, per riuscire a fare da collante in una società provata dai cambiamenti in atto tanto quanto dalla crisi.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online