San Marino Fixing, editoriale: “Dedicato a tutti i lavoratori”
PDF Stampa
Giovedì 01 Maggio 2014

 

di Loris Pironi


Non potevamo non dedicare un pensiero ai lavoratori, questa settimana. A tutti i lavoratori, nessuno escluso. Ma anche a chi il lavoro l’ha perso e lo sta cercando. A chi non ha perso, invece, la speranza e si rimbocca le maniche e giorno dopo giorno prova a ritrovare la propria strada. A chi non si butta giù dopo una porta chiusa. Due, tre, quattro porte chiuse.

A chi ogni giorno pensa che sia quello giusto per riuscire a rimontare in sella, e affronta magari l’ennesimo colloquio, ma sempre con il giusto spirito. A chi un lavoro se lo reinventa, e si scopre imprenditore di se stesso, e scopre anche che gli piace. A chi resiste pensando che verranno giorni migliori. A chi si adatta a condizioni non ideali perché prima o poi sicuramente troverà qualcos’altro più adeguato. A chi non ha una qualche particolare specializzazione e di conseguenza fatica a farsi riassumere; a chi invece una qualifica ce l’ha e proprio per via della propria specializzazione non riesce a trovare il posto giusto per metterla a frutto. A chi fa impresa e non si approfitta della situazione di crisi a scapito dei propri collaboratori, ma al contrario lotta insieme a loro per uscirne - tutti quanti - rafforzati. Un pensiero è dedicato a tutti i lavoratori, ma soprattutto alle lavoratrici, che qualche ostacolo in più rispetto ai colleghi maschi spesso se lo trovano di fronte, nella quotidianità. Ai lavoratori frontalieri che continuano a portare valore al sistema San Marino ma sono perennemente tra l’incudine e il martello. Infine, il nostro pensiero è rivolto ai più giovani. A loro diciamo: studiate, formatevi, abbiate il coraggio di scommettere su voi stessi. Non vi abbattete se non riuscite subito a trovare il posto ideale. L’importante è che non stiate a aspettare che qualcuno ci pensi per voi.