Fumetti senza tempo a San Marino per Uchronia Comics Convention (19-21 agosto)
PDF Stampa
Venerdì 12 Agosto 2011

Abbiate finalmente il coraggio di ammetterlo: il fumetto è una forma d’arte. E non parliamo di arte di serie B, di quella che al massimo può dilettarci un po’, senza troppi pensieri. Il fumetto può far riflettere, strappare un sorriso profondo, magari estorcere una lacrima quando meno ce l’aspettiamo. Occorre avere coraggio per affermarlo, non basta ancora la fuga in avanti di Umberto Eco (erano gli anni Sessanta) in favore di un fumetto sdoganato dal cliché di passatempo per ragazzini. E allora noi, cresciuti con Tex e Corto Maltese, per dimostrare quanto siamo impavidi, abbiamo deciso di dedicare al fumetto la prima pagina del nostro inserto mensile di approfondimento culturale.


003

 

Al Centro Congressi Kursaal di San Marino dal 19 al 21 agosto è in programma Uchronia Comics Convention, Festival internazionale del fumetto. Un appuntamento imperdibile per gli amanti del genere, con una serie di incontri con i principali autori - disegnatori, sceneggiatori – in circolazione. Tra gli ospiti speciali sono attesi Robin Wood, sceneggiatore paraguayano, e l’argentino Carlos Ernesto Gomez, erede di un altro grande disegnatore, Alberto Salinas. Insieme da anni danno vita alle affascinanti avventure di Dago, personaggio che proprio quest’anno compie trent’anni, e che hanno realizzato un’avventura illustrata di sette capitoli che riguarda proprio San Marino e la sua leggenda.

017Il festival internazionale di San Marino, giunto alla quarta edizione dopo il successo delle precedenti in terra svizzera, è organizzato dalla casa editrice ticinese Uchronia, nello specifico dall’editore Fabio Romiti, in collaborazione con il Convention & Visitors Bureau di San Marino ed il patrocinio della Segreteria di Stato per il Turismo e della Segreteria di Stato per la Cultura.

L’ucronia è uno specifico genere letterario: la cosiddetta fantastoria, o storia alternativa. Uchronia (con l’accento sulla ‘o’) invece in questi anni è diventata un mondo, un luogo senza spazio e senza tempo, dove tutto è possibile. Un mondo fatto di disegni e di balloon.

 

UCHRONIA 2011: I PROTAGONISTI

 

“Anche San Marino nell’immaginario collettivo è un luogo senza tempo – racconta a Fixing Fabio Romiti – una sorta di patria ideale per l’ucronia. Con Robin Wood e Carlos Gomez è iniziata una collaborazione che, dopo la seconda edizione di Uchronia, ha visto nascere una storia di Dago ambientata in Canton Ticino. In seguito, quando ho visto le tre Rocche di San Marino mi sono detto che sarebbe stato lo scenario perfetto per una nuova storia di Dago, ed è nata così l’idea di quest’avventura in sette puntate che si concluderà proprio in occasione della nostra Convention. Diciamo anche (ma lo diciamo sottovoce, ndr) che tra la Svizzera e San Marino c’è una sorta di affinità elettiva rafforzata dagli attriti con il Ministro Tremonti, quindi abbiamo deciso non solo di realizzare un fumetto ambientato sul Titano, ma anche di trasportare direttamente qui anche il Festival. Per San Marino devo dire che già questo rappresenta una pubblicità incredibile”.

025Può anticipare qualcosa dell’evento?

“Sostanzialmente è un’occasione di incontro tra gli autori, i disegnatori, gli sceneggiatori e il pubblico, che avrà l’occasione di farsi autografare album e disegni. Ci sarà una sorta di invito al disegno, la possibilità per un gruppo di ragazzi di ascoltare le lezioni di Casty, disegnatore di Topolino. La domenica poi è in programma I mestieri del fumetto, show collaudato in cui si parte dalla sceneggiatura, con Robin Wood, e con un disegnatore e un colorista che mostreranno come nasce una tavola. Vorrei segnalare, tra i tanti appuntamenti, l’incontro con Massimo Monfatti, autore di ‘Capelli lunghi’, un fumetto nato da una sceneggiatura di Mario Monicelli che non è mai diventata un film. Da questo film mancato è nato dunque un fumetto, ma anche un documentario, che verrà presentato a San Marino”.

Rispetto alle precedenti edizioni c’è anche una novità musicale.

“Anche in questo caso tutto è nato in maniera abbastanza casuale. Preparando un video di Dago ho utilizzato una musica dei Luciferme: ci siamo conosciuti ed è nato l’invito a suonare al Festival. Ci serviva poi un altro gruppo che li accompagnasse, e si sono aggiunti i Ridillo. Un’altra serata musicale sarà invece dedicata al jazz, con Matteo Brancaleoni”.

Una domanda invece sul mondo del fumetto, più in generale. Qual è lo stato dell’arte di questo settore? Soffre la crisi?

“Più che altro a mio avviso negli ultimi anni il fumetto italiano si sta caratterizzando per l’eccessiva violenza, e questo è un peccato. Poi sta perdendo mordente anche per lo strapotere dei videogiochi, ma il suo valore culturale, nel tempo, non si discute”.

Uchronia può diventare un appuntamento fisso a San Marino?

“Perché no. Qui ho trovato grande interesse e sensibilità, sia da parte della Segreteria al Turismo, sia dal CVB. L’idea potrebbe essere quella di consolidare la manifestazione come una sorta di in miniatura, naturalmente tutto dipende da come coprire i costi, vedremo come va”.

Intanto godiamoci questa edizione.

 

Dago-Tex_A3