Bentivogli (Fim CISL) a Radio 24: "Su Pomigliano giusta la scelta di Marchionne”
PDF Stampa
Giovedì 09 Marzo 2017

"Io credo che questa notizia così, detta così, fa drizzare le orecchie ai Sindacalisti incompetenti. Poi da anni chiedevamo, proprio da quando è arrivata la Panda da Tychy, dalla Polonia, avevamo subito chiesto un secondo modello e il fatto che ci fosse progressivamente un upgrade delle produzioni verso modelli premium a marginalità più alta". Così Marco Bentivogli, Segretario Generale della Fim CISL, ha risposto a Mix24 di Giovanni Minoli su Radio 24 circa le scelta di Marchionne di spostare la produzione della Panda via dall'Italia. "Il nostro paese è più adatto a produzioni premium – ha spiegato Bentivoglio – la marginalità che si fa su una Panda è bassissima, se non negativa. Arriva da uno stabilimento polacco in cui lo stipendio medio è 450 euro. E per poter realizzare gli investimenti in tecnologia, che saranno soprattutto necessari sull'Automotive, serve appunto alzare il livello di produzioni. Quelli che hanno storto il naso è perché, come è accaduto in tutta la vicenda Fiat, non sanno di che cosa parlano".

 

SI' ALLE NUOVE TECNOLOGIE, IL PROGRESSO E' DI SINISTRA


"Questa idea che la tecnologia distrugge posti di lavoro è per i salotti. In Italia la poca tecnologia ha distrutto posti di lavoro. Noi abbiamo tutto il settore dell'elettrodomestico che ha delocalizzato proprio perché non ci sono stati investimenti in tecnologia" risponde così Marco Bentivogli, Segretario Generale della Fim CISL, alla domanda di Giovanni Minoli a Mix24 su Radio 24 se sarebbe saggio frenare o regolamentare in qualche modo l'ingresso di macchine che possono causare perdita secca di lavoro e disagio sociale. Bentivogli prosegue quindi ai microfoni di Radio 24: "Non è una cosa di sinistra tassare e fermare il progresso è una cosa velleitaria. Per cui è una cosa per gli snob che non hanno a che fare con i lavoratori".

 

MARCHIONNE AFFIDABILE COME CONTROPARTE


Marchionne è affidabile come controparte? "Sì, diciamo, non è.. molto irrituale, spesso. Noi ci auguriamo che accanto alla scelta di coinvolgimento che già c'è negli accordi Fiat - abbiamo scritto molte pagine che riguardano il coinvolgimento dei lavoratori - si sfondi verso la partecipazione dei lavoratori. Questo ancora manca nella cultura industriale e di relazioni industriali di Marchionne, ma noi non demordiamo". Così Marco Bentivogli, Segretario Generale della Fim CISL, intervenuto a Mix24 di Giovanni Minoli su Radio 24.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online