Il Sole 24 Ore: l’aumento di capitale è stato integralmente sottoscritto
PDF Stampa
Venerdì 01 Dicembre 2017

Il Sole 24 ORE S.p.A. (il "Sole" o la "Società"), comunica che le banche del consorzio di garanzia (Banca IMI S.p.A. e Banca Akros S.p.A.) hanno sottoscritto, ai sensi dell'Accordo di Garanzia stipulato in data 27 ottobre 2017, n. 4.234.144 azioni speciali per un controvalore complessivo di Euro 4.069.012,38 pari all'8,14% delle azioni oggetto dell'aumento di capitale.

Pertanto ad esito di quanto sopra, l'aumento di capitale in opzione risulta integralmente sottoscritto per un controvalore complessivo di Euro 49.983.989,44, di cui Euro 520.124,76 a titolo di capitale sociale ed Euro 49.463.864,68 a titolo di sovraprezzo. Il nuovo capitale sociale della Società risulta pertanto pari ad Euro 570.124,76 suddiviso in n. 9.000.000 azioni ordinarie e n. 56.345.797 azioni speciali prive del valore nominale. In conformità a quanto previsto dall'art. 2444 del Codice Civile la relativa attestazione sarà depositata presso il Registro delle Imprese di Milano nei termini di legge.

Il Documento di Registrazione, la Nota Informativa e la Nota di Sintesi (insieme, il "Prospetto") sono pubblicati ai sensi di legge e quindi resi disponibili presso la sede sociale del Sole in Milano, Via Monte Rosa 91, nonché sul sito internet www.gruppo24ore.ilsole24ore.com.

"Siamo molto soddisfatti per aver ottenuto un'adesione così alta all'aumento di capitale. La fiducia che ci hanno dato gli investitori, anche sulla base dell'interesse riscontrato sul piano di sviluppo del Gruppo, conferma la forza e l'autorevolezza del brand Sole 24 Ore. Si tratta di un risultato molto positivo e di un segnale importante anche per il settore editoriale più in generale, considerando il contesto difficile del mercato" commenta l'Amministratore Delegato del Gruppo 24 ORE Franco Moscetti, che prosegue: "E' passato un anno da quando si è insediato il nuovo Cda che in questi mesi ha lavorato compatto con il nuovo management per risanare l'azienda. Oggi abbiamo portato a compimento una manovra finanziaria da circa 90 milioni che ci consente l'integrale copertura delle perdite della Società, il suo rafforzamento patrimoniale e il ripristino del patrimonio netto ad un congruo valore positivo, tutte misure necessarie a rilanciare il gruppo. Siamo quindi pronti a scrivere una nuova pagina nella storia del quotidiano economico finanziario leader nel Paese."

Sono stati poi sottoscritti con le banche finanziatrici del Gruppo (Banca IMI S.p.A., Intesa San Paolo S.p.A., BPM S.p.A., Banca Popolare di Sondrio S.p.A., Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A., Credito Valtellinese S.p.A. e Banca Centropadana Credito Cooperativo) i contratti di finanziamento relativi a linee di credito revolving e per cassa per un importo complessivo pari a Euro 30 milioni e scadenti il 31 dicembre 2020.

L'Amministratore Delegato del Gruppo 24 ORE Franco Moscetti "esprime soddisfazione per aver definito anche l'ultimo elemento per il completamento della manovra finanziaria".

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online