Meloni a Radio 24: “Non so dove prenda i soldi Bonino. So che dice che Soros è un filantropo”
PDF Stampa
Venerdì 02 Marzo 2018

"Non so dove Emma Bonino preda i soldi per comprarsi le pagine del Corriere della sera" dice retorica Giorgia Meloni (FdI) ai microfoni di 24Mattino su Radio 24, intervistata da Luca Telese e Oscar Giannino. "Questa è un'accusa", la ferma Telese. "Sto dicendo", precisa però Meloni, "che sento Emma Bonino dire che Soros è un grande filantropo e sono contenta che Emma Bonino abbia molta attenzione in questa campagna elettorale". Quando i conduttori le fanno notare che la leader di +Europa è libera di prendere finanziamenti da chi vuole, la Meloni risponde: "Certo, altrimenti interverrebbe la magistratura. Però io sinceramente avrei problemi ad essere alleata con gente che lavora per dire: 'distruggiamo gli stati nazionali', che è esattamente poi quello che sta nei programmi, è tutto alla luce del sole. Emma Bonino è la più grande sostenitrice dell'immigrazione incontrollata. George Soros è il più grande finanziatore dei progetti di immigrazione incontrollata quindi noi sappiamo che quella roba lì va verso quella indicazione".

 

"L'ATTACCO DI REPUBBLICA? SONO ORGOGLIOSA DI ESSERE LA "REGINA DI COATTONIA"


"Ne sono fiera. La nostra è una politica normale fatta di gente normale che frequenta posti normali che vive e vede i problemi delle persone che questa sinistra radical chic non è in grado di affrontare perché non li conosce". Commenta così, Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, il pezzo di Repubblica in cui la si dipinge come la "regina di coattonia", a capo di una destra fatta di borgata, di palestre e trattorie romane. Per Meloni, l'articolo di Repubblica è simbolo "di quella sinistra radical chic che secondo me se si facesse una mesata in miniera non gli farebbe male e che insulta a go-go perché io sarei la regina di coattonia". Ai microfoni di 24Mattino su Radio 24, intervistata da Luca Telese e Oscar Giannino, Meloni insiste: "La miniera è un lavoro che ti consente di capire come funziona il mondo".

 

"BERLUSCONI CHE ASCIUGA LA FRONTE A SALVINI? RICORDA LA SCENA DELLA SEDIA DI TRAVAGLIO. IO MI SAREI INDISPETTITA"


"In queste cose si sa che Berlusconi è abbastanza scaltro: mi ha ricordato un po' la vicenda di Travaglio. Berlusconi sa che sono più di gesti". Così Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, ai microfoni di 24Mattino su Radio 24, intervistata da Luca Telese e Oscar Giannino, commenta la foto della manifestazione unitaria del centrodestra di giovedì, che ritrae Silvio Berlusconi asciugare la fronte, con un fazzoletto, a Matteo Salvini: "Vale 100 volte più quel gesto lì piuttosto che tutte le cose che tu puoi dire, le proposte che puoi fare". E quando le domandano se lo avesse fatto a lei, la Meloni risponde: "Bhè io sono una che si indispettisce un po' su queste cose qui. Perché lo capisco che è un modo anche per assumere la centralità".

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online