Centinaio (Lega) a Radio 24: “Governo 5 Stelle e PD opzione più naturale, noi probabile opposizione”
PDF Stampa
Martedì 06 Marzo 2018

"C'è il rischio di finire all'opposizione semplicemente perché, oggi come oggi, forse diventa più naturale per il Movimento Cinque Stelle, per il Partito Democratico e per Leu provare a chiedere a Mattarella di avere i numeri per poter fare il governo." a dirlo ai microfoni di 24Mattino su Radio 24 è Gian Marco Centinaio (Lega), intervistato da Luca Telese e Oscar Giannino. "È più naturale per il semplice motivo che effettivamente i voti arrivano tutti da quella parte", ha spiegato Centinaio, aggiungendo: "l'elettorato è un elettorato che comunque gradisce, ahimè, un possibile governo fatto da queste tre compagini e, anche da quello che abbiamo visto in Parlamento nella legislatura uscente, molto spesso le proposte del Partito Democratico erano condivise dallo staff maggiore del Movimento Cinque Stelle. Magari non nelle modalità, magari con alcune modifiche però c'erano comunque delle intese". Centinaio ha, poi, concluso dicendo: "Ricordo a tutti, per esempio, che il presidente Grasso all'inizio della scorsa legislatura era stato eletto grazie ai voti dei Cinque Stelle siciliani, quindi, c'è un appeal tra il Partito Democratico e i Cinque Stelle".

 

"DI MAIO E SALVINI INSIEME? DIPENDE TUTTO DA CHI FA IL PREMIER"


"Sì, è vero". risponde su Radio 24 Gian Marco Centinaio (Lega) alla domanda di Luca Telese sulla vicinanza di programmi tra Lega e Cinque Stelle. "L'unica cosa. poi, bisogna capire qual è il progetto di Matteo Salvini e capire qual è il progetto di Di Maio". Ha poi aggiunto Centinaio nel corso dell'intervista ai microfoni di 24Mattino su Radio 24, programma condotto da Luca Telese e Oscar Giannino. "Capire chi vuol fare il premier e chi è disposto a lasciare la presidenza del Consiglio all'altro. Questo in questo momento è la partita da giocare. E soprattutto bisogna capire che partita si vuole giocare a medio-lungo termine".

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online