“IL”, il maschile del Sole 24 Ore è in edicola da venerdì 27 aprile con Il Sole 24 ORE
PDF Stampa
Mercoledì 25 Aprile 2018

Cinquantamila robot-chirurghi diagnosticano ed operano in alcuni casi meglio dell'uomo. Persino in campo psichiatrico un algoritmo può risultare più accurato nella terapia di un trattamento faccia a faccia. Anche Cartesio applicherebbe Cogito ergo sum al computer, in quanto il collegamento tra attività mentale e pc, oggi, non è più fantascienza: l'ultimo progetto di Elon Musk, dopo quello dell'uomo su Marte e l'auto elettrica, è realizzare un collegamento sempre più efficiente e persuasivo del cervello umano con le macchine. O meglio creare un'interfaccia cervello-computer tanto da organizzare una teleconferenza con la sola forza del pensiero o calarsi nel corpo di un altro per vivere le sue sensazioni o scaricare il contenuto di un sogno come fosse un video. Penso dunque sono (il computer). Ma allora come sta evolvendo l'uomo nel suo rapporto con l'intelligenza artificiale e con l'uomo-macchina? Prova a rispondere "IL", il magazine di Idee e Lifestyle del Sole 24 Ore in edicola con il quotidiano da venerdì 27 aprile.

E l'alimentazione? Da popolo di navigatori a tutti pazzi per il food. Per il rapporto Italia 2018 di Eurispes i vegetariani sono in aumento. I vegani sono diminuiti. Certo, non è la stessa cosa. Crudisti, fruttiani, freegan o.... La sintesi estrema è che sembra tutta un'unica chiesa con un nemico comune: vade retro carne! Nel culto vegano, però, i credo sono mille e diversi, tanto da innescare la guerra del cibo. Ma per chi scambia il food per una guerra di religione, ecco la ricetta democratica di una chef stellata: Cristina Bowerman. Per lei la cucina è aperta, contaminata e abbraccia la cultura. "Cerco di portare l'alta cucina a livelli di strada: i food truck, i panini gourmet al mercato, non sono altro che espressione democratica del cibo. E l'Italia è un piatto di culture." Sottolinea la regina delle stelle Michelin.

Nell'area Glocal (la sezione dello sguardo sul mondo), il maschile del Sole 24 Ore apre alla riflessione del cambio generazionale in Medio Oriente. Gli Emiri sono troppo vecchi e la popolazione è giovane. I trentenni come Mohammad bin Salman avanzano: basterà? Gli attaccamenti al potere di vecchi despoti antichi sono distanti e disconnessi con la popolazione araba che ha una media di 25 anni.

E ancora: qual è l'ultima frontiera sul globo? Benvenuti a Seattle, la nuova San Francisco. Qui è nata Amazon, la seconda azienda più quotata al mondo dopo Apple, ora sono arrivati Google e Facebook. Tanto lavoro tech, crescita, prezzi impazziti. Proprio come nella Silicon Valley. Il rivolgimento economico e sociale generato dai nuovi attori ha ridefinito il carattere del luogo.

E sul calcio? Ecco nella rubrica Corsia di accelerazione l'intervista a Usain Bolt che dà un calcio al suo futuro: dopo aver fermato le lancette del cronometro a 9.58 nei 100 metri ora si dà al pallone: "Sin da giovane il calcio ha esercitato su di me un grande fascino. E' sempre stato il mio desiderio provarci. Ora questo momento è arrivato".

Chiudiamo con Storiacce, la rubrica di approfondimento della cronaca condotta da Raffaella Calandra su Radio 24, con il racconto di 27 anni fa e la riapertura del caso della Moby Prince. Lo scontro del traghetto provocò la morte di 140 persone. Sono passati 10.000 giorni, due processi e nessun colpevole. Ora due nuove inchieste e una causa contro lo Stato: ultima chiamata per la verità.

Ovviamente sul maschile del Sole 24 Ore, IL, non possono mancare i servizi di moda, di beauty, indirizzi utili dove mangiare, posti da visitare, mostre da vedere, moto, auto, orologi e tecnologia. Tutto nel numero di maggio di IL, in edicola con Il Sole 24 Ore da venerdì 27 aprile.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online