Siri (Lega) a Radio 24: “Salvini non è razzista, non intendeva un censimento etnico”
PDF Stampa
Martedì 19 Giugno 2018

"Tra le persone che conosco non c'è persona meno razzista di Salvini". Lo afferma Armando Siri, sottosegretario ai Trasporti e alle Infrastrutture, a 24Mattino di Luca Telese e Oscar Giannino a Radio 24. Il sottosegretario poi aggiunge: "Spesso i toni sono strumentalizzati oltre le intenzioni. Non è un censimento su base etnica, dire che è un censimento su base etnica è strumentale. Vogliamo sapere chi c'è nei campi rom. E nei campi rom non ci sono solo i rom, ci sono bambini, ci sono minori, ci sono italiani che si sono sposati lì, c'è un mondo parallelo rispetto alla nostra società". E sempre sul tema Siri continua: "I campi rom sono una questione anche di sicurezza, io penso che il ministro volesse in qualche modo avere chiaro quello che succede in zone che sono zone d'ombra della nostra convivenza civile e sociale". Alla domanda dei conduttori di Radio 24 di esprimere un parere sulla frase di Matteo Salvini ("Quelli italiani purtroppo dobbiamo tenerceli") Armando Siri spiega: "Il senso era che ci sono purtroppo alcuni rom italiani che commettono reati e bisogna tenerseli. Molti italiani condividono questa iniziativa perché c'è una percezione che è legata alla sicurezza e questo noi non possiamo trascurarlo. Quindi io mi sento assolutamente di essere allineato con quello che è il suo intento: la sicurezza da garantire a tutti i cittadini italiani e anche a tutti quelli non italiani".

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online