Radio 24: viaggio negli istituti tecnici superiori dove si formano i tecnici di cui l'Italia ha bisogno
PDF Stampa
Giovedì 21 Giugno 2018

Dal 25 al 29 giugno, viaggio negli ITS che hanno ottenuto i risultati migliori in Focus Economia alle 17.00 su Radio 24.

Dal 9 al 13 luglio in Reportage alle 13.00 su Radio 24. A cura di Maria Piera Ceci.

Disoccupazione giovanile oltre il 30 per cento e aziende che non trovano giovani formati sotto il profilo tecnico. Vorrebbero assumerli, ma non li trovano. Si stima che saranno 150mila nei prossimi cinque anni i tecnici richiesti nei settori chiave della meccanica, della chimica, del tessile, dell'alimentazione e dell'Ict.

Un paradosso tutto italiano questo del mismatch fra domanda e offerta nel mercato del lavoro che il nostro Paese sta tentando di affrontare con gli Istituti Tecnici Superiori, percorsi post diploma professionalizzanti di due anni. Un'alternativa all'università per gli studenti interessati ad entrare rapidamente nel mondo del lavoro. L'82,5% dei diplomati nel 2016 ha trovato infatti un posto di lavoro entro un anno dal diploma - si legge nell'ultimo monitoraggio - soprattutto nell'area della mobilità sostenibile, delle nuove tecnologie per il made in Italy, del sistema meccanica e del sistema moda.

11mila gli iscritti, troppo pochi se si pensa che in Germania le analoghe Fachhochschulen, a cui l'Italia si è ispirata, ne hanno oltre un milione. 96 gli ITS in Italia. Le Regioni più attive sono Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna e Toscana, ma alcune eccellenze si trovano anche al Centro-Sud.

E Radio 24 racconterà gli ITS che hanno ottenuto i punteggi migliori nell'ultimo monitoraggio in cinque approfondimenti, in onda ogni giorno alle 17.00 in Focus economia dal 25 al 29 giugno, e in Reportage alle 13.15, dal 9 al 13 luglio.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online