Calderone a Radio 24: “Investire sulle infrastrutture per far ripartire l’occupazione”
PDF Stampa
Martedì 26 Febbraio 2019

"Senza infrastrutture non c'è sviluppo". Marina Calderone, presidente dei Consulenti del lavoro, rinnova l'invito a far ripartire gli investimenti in infrastrutture, per sostenere occupazione e sviluppo. Intervenendo a "Due di Denari" su Radio 24, la presidente Calderone ha presentato i temi del prossimo Festival del Lavoro (a Milano, dal 20 al 22 giugno) e ha illustrato il programma della manifestazione in corso oggi e domani a Genova: "Verso il Festival del Lavoro", un'anteprima dell'evento di Milano, per la quale è stata scelta Genova proprio per sottolineare, sei mesi dopo la tragedia del ponte Morandi, l'urgenza di intervenire sulle infrastrutture, quali quelle della rete viaria, le scuole, i porti.

"Noi partiamo da un'analisi", ha detto Calderone a Radio 24. A Genova "verranno presentate delle nostre ricerche fatte dal nostro osservatorio statistico dei consulenti del lavoro. Noi partiamo dai numeri. Sappiamo che il settore dell'edilizia, delle infrastrutture in Europa ha perso negli ultimi anni (cioè dal 2008 in poi) più di 3 milioni di posti di lavoro e in Italia ne abbiamo persi più di 500mila. Non investire in infrastrutture ha portato a una perdita complessiva di quelli che invece potevano essere un milione di posti di lavoro in più".

"Questo – ha proseguito la presidente a Due di denari - si traduce anche in una perdita importante in termini di Prodotto Interno Lordo, perché sempre nel periodo 2008 – 2018 i mancati investimenti in infrastrutture poi hanno inciso sul nostro Pil per l'8%. Sono temi che dal nostro punto di vista devono diventare temi di discussione, di ragionamento, ma soprattutto anche di programmazione".

E sulla scelta delle priorità, Calderone ha concluso a Radio 24 precisando che "indubbiamente non spetta a noi individuare quali sono le modalità degli investimenti e le modalità con cui verranno poi portati avanti i cantieri e definire le infrastrutture che hanno delle priorità. Il tema è però quello dello sviluppo e lo sviluppo senza infrastrutture non si fa."

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online