Wikileaks: non arrivano i fondi Il sito è a rischio di chiusura
PDF Stampa
Martedì 11 Gennaio 2011

Stando a quanto affermato da Julian Assange alla radio francese Europe 1, Wikileaks potrebbe essere costretta a chiudere i battenti a causa delle sue attuali difficoltà finanziarie. "Non sopravviveremo al ritmo attuale - ha detto Assange -. Il denaro dei donatori ci arriva con difficoltà perché i conti sono bloccati. Perdiamo 500 mila euro a settimana". Il fondatore di Wikileaks ha però promesso che il sito proverà a trovare la forza per reagire. Intanto per Assange continua la battaglia legale. Oggi comparirà davanti ad un tribunale di Londra per conoscere la data in cui si avvierà il processo di estradizione verso la Svezia, dove il giornalista australiano è ricercato per stupro.